IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, botte e minacce di morte alla convivente: condannato a 2 anni e 6 mesi

Savona. Secondo l’accusa, nel giugno 2009, si era reso responsabile di diversi episodi di maltrattamenti nei confronti della convivente e dei suoi due bambini: schiaffi, pugni e minacce di morte. Questa mattina, in tribunale, Giuseppe C., per quei fatti, è stato condannato a due anni e sei mesi di reclusione, oltre al pagamento di una provvisionale di 10 mila euro per le parti civili. L’uomo è stato però assolto dall’accusa di aver maltrattato la figlia.

Tutti gli episodi contestati risalgono al 2009, ma uno dei più gravi si era verificato il 15 giugno: Giuseppe C. dopo l’ennesima lite con la compagna era arrivato a lasciarla sospesa nel vuoto dal balcone di casa minacciando di farla cadere (“Ti butto giù”). Oltre alle botte poi, in un’altra occasione, invece l’aveva minacciata di morte con un coltello. La donna ed i bimbi erano stati trasferiti in una casa protetta e per lui era arrivato il divieto di dimora a Savona. Nonostante l’allontanamento forzato l’uomo aveva continuato a perseguitare la ex con messaggi e telefonate e così era anche finito in manette.

Da quanto emerso oggi in aula sembra che però l’imputato non abbia imparato la lezione e non abbia abbandonato certi atteggiamenti violenti: si è scoperto infatti che la scorsa settimana è tornato di nuovo in carcere dopo che, nel vercellese, ha perseguitato e minacciato il suo ex avvocato, che aveva dismesso il mandato proprio per l’atteggiamento del suo cliente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.