IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Report sull’economia savonese, Rossello (Cgil): “Si ponga fine alla grande stagione dei conflitti”

Savona. Francesco Rossello, segretario generale della Cgil di Savona, analizza i dati che emergono dal report sull’economia savonese presentato questa mattina.

“Intanto – dichiara – è importante per la nostra organizzazione avere uno strumento di analisi che ci dia il quadro reale ed aggiornato della situazione economica e sociale nella provincia. E’ importante perché bisogna sapere dove siamo per capire dove possiamo arrivare. Dall’analisi di quest’anno emergono alcuni dati che differenziano la nostra provincia dalle altre. Il primo è un dato demografico: la nostra è statisticamente la provincia più anziana del mondo”.

“Il secondo dato – prosegue Rossello – ci dice che complessivamente cala vistosamente l’occupazione, la quale crolla nell’industria manifatturiera pur crescendo nel terziario; questo dato fa il paio con un altro che indica la provincia di Savona come quella col tasso di lavoro precario più alto della Liguria (abbiamo superato anche Imperia); l’ultimo dato ci dice che ci sono oltre 135 mila trattamenti previdenziali, praticamente 1 ogni 2 abitanti; quindi le pensioni dei padri stanno fungendo da ammortizzatori sociali a fronte dell’aumento del precariato per i figli”.

“Il problema del conflitto fra generazioni si pone con forza anche da noi – sottolinea -. Con la diminuzione del numero di pensionati e del valore delle pensioni potrà venire a mancare una rete che fino ad oggi ha garantito la tenuta del nostro sistema locale. Per questo diventa sempre più urgente oggi sciogliere il nodo del modello di sviluppo del territorio. Da tempo ripetiamo che abbiamo bisogno di far ripartire l’industria e, più in generale, un sistema economico strutturato su imprese solide e di medio-grandi dimensioni. Ne abbiamo bisogno sia per garantire possibilità di lavoro di qualità, sia perché attorno ad un sistema strutturato di imprese medio-grandi, può sopravvivere anche il grande arcipelago di piccole e piccolissime imprese che, altrimenti, soffocherebbero”.

“La crisi avanza inesorabilmente e i suoi effetti reali non lasciano più tempo per dibattiti infiniti. E’ necessario – conclude Rossello – che, a partire da una forte azione delle amministrazioni locali, si ponga fine alla grande stagione dei conflitti (giovani/anziani; lavoro/salute; industria/turismo) e si apra una grande stagione di dialogo per realizzare le grandi occasioni di sviluppo che ci vengono offerte evitando però di ‘subirle’ e garantendoci la massima ricaduta pubblica”.

Ecco i dati dell’Ufficio Economico della Cgil

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Franco Tella

    Tirreno Power ha presentato un progetto di ampliamento dove al termine dei lavori si avrà un’abbattimento significativo delle emissioni.
    Certo c’è chi dice che non è vero, quindi per lo stesso principio, io anticipo che non è vero il contrario.
    Possibilità UNICA!

  2. Scritto da mamma critica

    a varazze ovvio
    scusate omissione
    saluti e vi aspettiamo

  3. Scritto da mamma critica

    con questa passione per l’industrializzazione e la crescita a qualunque costo siete davvero anacronistici e buffi
    ma leggete? ma vi documentate?
    se vuoi ti accompagno ne primo passetto, rossello
    guarda, vi invito tutti a questa cosa qui, dove impararete tante cosucce nuove per un nuovo modello di svulippo – sostenibile e non inquinante
    ciao ciao
    “Assaggia un’altra via”

    con Francesco Gesualdi venerdì 1 luglio a partire dalle 18.30 (piazza dante) con incontro alle 21.00 (giardino delle boschine)

    l’evento è organizzato da:

    Amandla per un commercio equo e solidale di Varazze

    La Bio Sporta, Gas di Varazze

    il coordinamento provinciale di Libera Savona con l’associazione don Beppe Diana di Savona

  4. Scritto da Socrate

    Ci auguriamo che i sindacati a differenza di quanto fatto sinora non siano proni nei confronti delle aziende (Tirreno Power per citarne una), ma aprano il dialogo solo quando è garantito il diritto alla salute dei lavoratori.
    Tutto il resto sono le solite parole vuote che scimmiottano i peggiori politicanti.