IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, sos incendi boschivi: 5 liguri volano ad aiutare il Libano

Più informazioni su

Regione. Quattro volontari liguri, altamente specializzati in antincendio boschivo, partiranno domenica dal’aeroporto Cristoforo Colombo di Genova per il Libano. Lavoreranno una settimana al fianco dei loro colleghi della Civil Defense. Con il gruppo dei volontari antincendio boschivo provenienti da altrettante squadre AIB della Liguria volerà in Libano anche il comandante provinciale di Genova del Corpo Forestale dello Stato Paola Tomassone che coordinerà il contingente.

“La squadra ligure porterà in Libano l’esperienza maturata in Liguria nelle attività di previsione del rischio di incendio boschivo attuato dalla Regione e impiegato nelle azioni di monitoraggio preventivo svolte sul territorio dal Volontariato di antincendio boschivo e di protezione civile” spiega l’assessore regionale all’agricoltura Giovanni Barbagallo.

L’iniziativa si inquadra in una attività promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile e finanziata dal Ministero degli Affari Esteri – Cooperazione Italiana allo Sviluppo, per lo sviluppo delle tecniche di previsione e prevenzione degli incendi boschivi, al fine di rafforzare il sistema nazionale di prevenzione del rischio di incendi boschivi e rurali in territorio Libanese.

Il Dipartimento della Protezione Civile ha affidato il coordinamento tecnico/scientifico del progetto a Fondazione Cima, il Centro internazionale in monitoraggio ambientale di cui fanno parte il Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri, l’Università di Genova, Regione Liguria, Provincia di Savona, con sede al campus universitario della città della Torretta. La fondazione Cima ha proposto al governo libanese un modello organizzativo ed operativo delle attività di previsione e prevenzione degli incendi boschivi, ispirandosi all’esperienza organizzativa maturata in Liguria.

I volontari liguri verranno affiancati al personale della Civil Defence per formare delle squadre che partendo dal bollettino previsionale del rischio di incendio elaborato quotidianamente dal servizio di previsione incendi svolgeranno un’attività di monitoraggio preventivo nel territorio attorno ai Municipi di Richmaya e Aannaya e nella regione del Monte Libano.

“I nostri volontari – aggiunge Barbagallo – cercheranno di trasmettere ai loro colleghi libanesi l’esperienza maturata negli ultimi anni nella nostra regione, nelle attività di prevenzione attraverso l’impiego del bollettino previsionale, che ha dato ottimi risultati, contribuendo notevolmente alla riduzione del numero di incendi e delle superfici percorse dal fuoco”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.