IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione Liguria: al via le domande per le borse di studio universitarie

Più informazioni su

Regione. Scatta domani, per gli studenti iscritti all’Università di Genova e alle istituzioni di alta formazione artistica e musicale che hanno sede nella Regione Liguria, la possibilità di presentare la domanda di borsa di studio regionale erogata dall’Arssu, l’Azienda regionale per i servizi scolastici e universitari.

I primi che potranno fare domanda dall’1 luglio al 5 agosto sono gli studenti iscritti agli anni successivi al primo, mentre le matricole e gli studenti che si iscrivono ai primi anni degli altri corsi di laurea (per esempio la laurea specialistica) potranno farla dal 16 di agosto.

Requisiti fondamentali sono avere un reddito isee familiare non superiore a 15487 euro e un numero di crediti ottenuti al momento della presentazione della domanda definito dal bando e diverso a seconda dell’anno di iscrizione all’università.
Possono accedere ai benefici di ARSSU solo gli studenti che non abbiano compiuto i 35 anni di età.

La borsa di studio prevede l’esonero dalle tasse universitarie e da quella regionale per il diritto allo studio, l’erogazione di un importo monetario variabile in funzione della fascia economica e della tipologia dello studente, in sede, fuori sede o pendolare e la possibilità di poter usufruire di servizi come l’alloggio universitario e i pasti a prezzi ridotti nei ristoranti universitari.
Le risorse per il diritto allo studio universitario derivano dal finanziamento del fondo per le borse del MIUR e dall’introito derivante dalla tassa regionale per il diritto allo studio che ogni studente paga al momento dell’iscrizione all’università di Genova.

“I benefici che Arssu mette a bando rappresentano un’opportunità unica per molti ragazzi e ragazze meritevoli per frequentare l’università di Genova – afferma Pippo Rossetti, assessore regionale all’istruzione e università- e anche quest’anno, nonostante i tagli che il governo ha apportato ai fondi per il diritto allo studio universitario, sono certo che riusciremo ad aiutare tanti studenti universitari”.

Nello scorso anno accademico sono state oltre 2700 le borse erogate: tutti gli iscritti agli anni successivi al primo hanno ottenuto la borsa e il 35% delle domande presentate dalle matricole universitarie.

Il nuovo piano regionale per il diritto allo studio universitario da mandato all’azienda regionale per i servizi scolastici e universitari di sondare tutte le possibilità per trovare fondi alternativi a quelli statali. “Stiamo studiando forma alternative alla borsa di studio per aiutare gli idonei che non risulteranno vincitori – afferma Roberto Dasso, direttore generale di Arssu – e ci stiamo concentrando sulla possibilità di attivare prestiti fiduciari che gli studenti potranno restituire nel tempo da quando inizieranno a lavorare”.

A settembre entrerà in funzione la nuova residenza di via Gramsci appena ristrutturata, mentre è prevista per gennaio 2012 la consegna della casa dello studente di San Nicola con 120 posti letto.

“Entro il 2012 – conclude l’assessore Rossetti – verranno conclusi i lavori anche dell’ultima casa dello studente prevista dal piano per l’edilizia universitaria che la Regione Liguria ha finanziato in questi ultimi anni. La residenza dell’ex caserma  Garibaldi con i suoi 170 posti letto porterà a oltre 1200 i posti letto che ARSSU gestirà per gli studenti universitari”.

La domanda si fa on line collegandosi sul sito www.arssu.liguria.it dove è possibile scaricare i bandi sia per la borsa di studio che per i posti alloggi. Per ulteriori informazioni è a disposizione dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 il call center 840848085.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.