IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Referendum, il sindaco di Millesimo: “Soddisfatto per il quorum, su gestione idrica è sintonia con la gente”

Millesimo. Uno dei primi sindaci ad esprimere soddisfazione per il raggiungimento del quorum referendario è Mauro Righello. “E’ l’espressione di una sintonia tra i cittadini e quello che andiamo dicendo da tempo, per un’efficienza della gestione idrica e nello stesso tempo per la salvaguardia di un bene comune come l’acqua – afferma il primo cittadino di Millesimo – Da amministratore sono lieto che la linea che abbiamo cercato di tenere e sviluppare in questi anni riceva una sorta di convalida dalle urne”.

Nell’ambito dell’adesione all’Ato, per alcuni amministratori del comprensorio savonese vissuta “obtorto collo”, Righello aveva proposto in conferenza dei sindaci un emendamento per evitare che le tariffe oberassero indistintamente tutte le famiglie savonesi, una soluzione poi recepita anche dal consiglio provinciale. “Il voto referendario, se confermato come abrogativo dagli scrutini, scardina la normativa sull’Ato – afferma Righello – Ora ci si pone l’obiettivo di politiche tariffarie favorevoli al territorio e di una governance efficace degli acquedotti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. il partigiano Johnny
    Scritto da Johnny

    In Valle Bormida (come un po’ in tutta Italia) la gente e’ stata ingannata dalla campagna contro la Privatizzazione (della gestione e distribuzione) dell’acqua.. La parte tra parentesi e’ sempre stata omessa. In questi giorni ho sentito decine e decine di valbormidesi che andavano a votare credendo che il governo volesse privatizzare l’acqua e alzare il prezzo della stessa. Roba da matti. Se la gente avesse saputo in che condizione sono gli acquedotti italiani e avesse avuto un’idea corretta del contenuto del decreto Ronchi-Fitto, il quorum per l’acqua non si sarebbe mai raggiunto. Colpa anche di Pdl e Lega che non sono stati in grado di smascherare la menzogna, accontentando i compagni bugiardi.