IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Referendum, Basso (Pd): “Gli italiani daranno torto a Scajola”

Più informazioni su

Liguria. Il Partito Democratico, anche in Liguria, lavora “convintamente” per i quattro referendum. Lo afferma, in una nota, il segretario regionale del Pd Liguria, Lorenzo Basso, in replica alle affermazioni rilasciate sull’argomento dall’ex ministro Claudio Scajola.

“Non stupisce che Scajola non voglia i referendum, visto che é il padre del Piano sul nucleare, ormai rinnegato anche dai suoi ex colleghi di governo leghisti che pure lo avevano votato”, aggiunge Basso. “Speriamo solo che Scajola – aggiunge – porti all’astensionismo la stessa fortuna che ha portato alle recenti amministrative ai candidati scelti direttamente da lui: hanno perso tutti rovinosamente, da Marson a Savona, a Villani ad Alassio, alla Muratorio a Diano. Confidiamo che gli italiani, anche in questa occasione, vogliano dargli torto. Ovviamente – conclude – a sua insaputa”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Lui, il tuo post è bellissimo…nonostantE e l’impegno profuso per arrivare alla fine:-) ..
    (detto da me che non sono certo sintetico pare come una pres ain giro…)…
    Hai espresso con franchezza e onestà il rammarico e la delusione di un elettore, ma ancor prima di un Cittadino della Repubblica.
    SOlo un passaggio non condivido, dove dici:
    ” “Se” ci si fida di qualcuno ….. ..
    lo si ascolta anche se sta’ raccontando cose che appaiono assolutamente infondate ….
    lo si ascolta …
    ci si sforza di capire ….
    e poi “talvolta” si vota anche “contro” le proprie convinzioni.”
    ..Questo NO. Non presterò mai il mio cervello al governante di turno e non lo asseconderò mai, facendo violenza delle mie idee.
    Il resto è un esemplare e chiaro messaggio che raprpesenta la disaffezione dalla politica come è esercitata oggi.
    Ciao:-)
    PS: Intanto, grazia alla sentenza di oggi della Consulta, anvremo la possibilità di far sentire la nostra voce nel referendum.
    Nonostante tutto….W LA DEMOCRAZIA!!!

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ormai i referendum in se’ sono privi del significato vero.
    Ormai nell’andare a votare
    si chiede essenzialmente il rispetto della volonta’ espressa dal popolo sovrano ….
    si vuole osteggiare un comportamento “vergognoso” tendente ad evitare l’espressione diretta degli elettori …..
    .
    (e non nascondo di aver spesso apprezzato quanto “anche se troppo poco” e’ stato fatto da questo governo).
    ,
    in gioco e’ la democrazia …. l’espressione diretta della volonta’ popolare …..
    che chi governa oggi non apprezza …..
    si crede investito da un raggio di conoscenza di origine divina …..:
    – si e’ cominciato con le preferenze ……
    – poi con l’aumento dei “quattrini” regalati ai parlamentari
    (cosi’ da poter inserire tanti “signor si!” che possono ripetere “il verbo”)
    – ora con questo vergognoso tentativo di evitare un confronto
    .
    e’ un problema potersi fidare da chi ……. ci ha provato ……
    .
    “mi spiace ……” ….. ma ora si torna a casa.
    .
    E … non dimentichiamo ….. che un diverso approccio …
    “da leader” non da mezza figuretta che ha paura del confronto elettorale …..
    un approccio rispettoso della “distinzione dei ruoli”
    da noi e’ “il popolo il sovrano” ….
    e non l’amministratore pro tempore ..
    avrebbe sortito risultati ben differenti …..
    un intervento
    “onesto”
    “corretto” e sopratutto
    “rispettoso”
    avrebbe spostato parecchi milioni di voti ….
    con risultati imponderabili ….
    .
    “Se” ci si fida di qualcuno …..
    lo si ascolta anche se sta’ raccontando cose che appaiono assolutamente infondate ….
    lo si ascolta …
    ci si sforza di capire ….
    e poi “talvolta” si vota anche “contro” le proprie convinzioni.
    .
    Troppi giovincelli in questa coalizione ….

    manca la “memoria storica” ….
    in un altro referendum “il popolo sovrano” ha votato compatto a favore di un qualcosa che tutti aborriamo ………
    per salvaguardare la liberta’ di esprimere la propria posizione a quella persona che ora ha tentato si “sottrarsi” a quello stesso “popolo sovrano” qualcuno si ricorda di aver votato …
    .
    “a favore delle interruzioni pubblicitarie nei filmati trasmessi dalle TV” ……?.
    .
    Ecco per cosa si vota ora ….. per la “democrazia diretta”
    per il rispetto e l’ampliamento di questo strumento che ora potrebbe essere esteso a tutti i casi “dubbi” anche a livello consuntivo.
    .
    Quanto tempo sprecato alla ricerca di qualche voto in piu’ per risolvere un problema banale …. abbiamo dei dubbi …. chiediamolo al “capo” (il popolo).
    .
    In Svizzera si fa’ cosi’ ….
    .
    Milano che … non e’ tanto distante dalla Svizzera .. approfitta di questa tornata elettorale per aggiungere altri cinque quesiti …
    cinque referendum in cui si chiede “al popolo sovrano” che ne pensa di …..
    .
    “Udite udite ……” ripristinare i navigli …….. il mio sogno ……
    da quando bambino li vedevo …… io ero bambino …. abitavo in li’ vicino ….
    e loro erano ancora in parte scoperti …..
    .
    ed altre cosette ….