IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Progetto Piaggio, Simonetti (PerFinale): “La giunta Richeri tratta in gran segreto”

Finale Ligure. l’evoluzione del progetto Piaggio a Finale Ligure è al centro di un dibattito in Consiglio comunale. A sollevarlo è Simona Simonetti,  consigliere comunale della lista civica PerFinale, che fa il punto sulla situazione.

“La Piaggio ha chiesto di rivedere il progetto già approvato per motivi economico/finanziari. Ha trattato con il Comune lo scambio di alcune aree di prestigio (colonia Rivetti, istituto alberghiero…) e ha presentato un progetto completamente differente – spiega Simonetti -. Tutto questo è stato discusso con Comune e Regione senza che venisse depositato alcun progetto ufficiale. Il sito del Comune riporta ancora i vecchi elaborati, con le osservazioni discusse in Consiglio comunale e cita come consulente del comune il pluriinquisito Archittetto Casamonti”.

“Il progetto Piaggio – prosegue -, 70.000 metri quadrati di nuove costruzioni  corrispondenti a più di 1300 nuovi alloggi) è stato gestito in questi ultimi mesi come una compravendita fra privati. Addirittura l’assessore regionale all’Urbanistica Marylin Fusco ha dichiarato ‘Vedendo la nuova ipotesi progettuale e considerato il trasferimento del polo scolastico all’interno dell’area, posso dire che siamo a buon punto’… Ma quale ipotesi progettuale, se non è stato presentato ancora nulla?”.

“Eppure – sottolinea Simonetti – a pochi chilometri da Finale si amministra in modo differente, aprendo il confronto con la popolazione senza paura delle opinioni dei cittadini, anzi allargando il dibattito anche ai turisti abituali. A Celle il Comune ha chiesto e ottenuto che gli imprenditori presentino alla popolazione il progetto di una grossa operazione immobiliare organizzando una serie di dibattiti pubblici coordinati da un soggetto terzo indipendente che ha il solo scopo di far capire e conoscere il progetto. A Celle i cittadini sono diventati protagonisti del cambiamento della città”.

“A Finale Ligure – afferma – la giunta Richeri tratta in gran segreto e i cittadini non possono essere nemmeno spettatori perché non sanno cosa si sta proponendo. Una bella differenza che come finalesi ci vede purtroppo perdenti. La scelta di Celle mostra come sia possibile una gestione diversa del Comune in cui la politica non rifiuta il confronto e considera le opinioni dei cittadini e delle associazioni ‘una ricchezza per chi governa’. Una gestione che dobbiamo chiedere anche a Finale Ligure”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Resist

    Assolutamente vero!!!!
    Si prospettano grattaceli…si cancellano grattacieli.
    Si sposta la stazione…la stazione ritorna al suo posto.
    Ma la popolazione non ha nessuna possibilità di intervenire su tutte queste novità.