IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Profughi ad Albenga: un mese al “Al Saraceno”, poi alle Rapalline

Albenga. Una soluzione temporanea quella del residence “Al Saraceno” a Vadino, in attesa degli interventi necessari di adeguamento delle ex scuole delle Rapalline che sarà molto probabilmente la sede dove verranno ospitati i profughi tunisini in arrivo da Osiglia (forse non tutti i 32 come inizialmente previsto). Le cifre dell’accoglienza non cambiano: 40 euro al giorno destinati alla struttura ospitante. Così come l’ex ospedale anche “Al Saraceno” è una proprietà del discusso imprenditore Andrea Nucera.

Intanto il Comune ha predisposto un sopralluogo presso le Rapalline per valutare i lavori di ristrutturazione e definire una tempistica per la dislocazione dei migranti. Secondo quanto appreso ci vorranno almeno una ventina di giorni per completare gli interventi di restyling, un mese per trasferire i profughi dal Saraceno alle Rapalline.

Con l’ordinanza firmata dal sindaco Guarnieri sull’inagibilità del vecchio ospedale Comune e Regione, nonostante le polemiche di ieri, stanno cercando di definire una azione congiunta per risolvere l’emergenza profughi. Stando alle ultime informazione i profughi nella cittadina ingauna dovrebbero arrivare nella giornata di domani e non oggi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. A lbenga
    Scritto da A lbenga

    @huatulco..ma che dici !?!? ..i responsabili di tutto questo fallimento generale sono proprio i leghisti che hanno per anni alimentato paure e ora che sono al governo da ormai due anni non hanno fatto un bel niente. Sono solo riusciti ad essere più centralisti di qualsiasi altro partito, hanno preso in giro gli italiani con grandi slogan (pensa che una volta li ho pure votati e di questo me ne vergogno profonamente) ma con risultati che ormai sono evidenti a tutti.
    Quello che sta accadento è la risultante della politica del Ministro Maroni che ha deciso di spalmare sulle regioni i vari profughi e/o clandestini che sono sbarcati ovunque.
    Se sei un leghista abbi il coraggio e la sincerità di vergognarti !!!!!

  2. sampei29
    Scritto da sampei29

    mariolino
    guarda che a poter decidere i ripatri è il governo, ma per il momento invece ha optato per ospitarli sul suolo italiano quindi è ovvio che le regioni in primis e poi i comuni devono farsene carico
    è fantastica questa visione selettiva che permette di prendersela solo con gli enti governati dalla parte politica avversa!

    per quanto mi riguarda la soluzione non può che essere il respingimento ed eventualmente se non ci si riesce nel rimpatrio; purtroppo non abbiamo ne le risorse finanziarie per mantenerli (e comunque non sarebbe giusto), ne lavoro da dargli visto che manca anche per gli italiani!

  3. Scritto da aquila

    a me sembra una decisione buona, d’altra parte il privato si era dato disponibile… mica glielo hanno imposto! Se poi la struttura dovesse essere in disordine potrà fare causa agli autori materiali di eventuali danni, beh non certo alla protezione civile, il danno è qualcosa che riguarda l’individuo che lo causa, non certo chi gli trova una sistemazione!! OTTIMA SCELTA BRAVA.

  4. Total War
    Scritto da Space Limit

    ma a campochiesa quando eran gli abitanti del centro di albenga a lamentarsi gliene fregava qualcosa? non mi pare proprio, son d’accordo con il lettore che dice che sono tra le zone meno popolate. forse a qulcuno avrebbe fatto comodo che fossero messi nel centro storico o a pontelungo. ma vi è andata male.

  5. Scritto da mariolino

    veramente il regalo lo ha fatto la regione di burlando, non capisco perchè dobbiamo avere questa gente se non sono profughi di guerra! sono tunisini mi è sembrato di capire, da loro la guerra non c’è, che cavolo ci vengono a fare, non riesco a vedere il nesso.