IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Profughi ad Albenga, l’opposizione: “La giunta si assuma le sue responsabilità”

Albenga e il caso profughi. Continua la polemica e i partiti di opposizione (questa volta l’Idv) attaccano nuovamente il sindaco Guarnieri.

“Ed eccoci alle solite – dice Vincenzo Munì, presidente Circolo Italia dei Valori Albenga. C’è l’ennesimo problema importante da affrontare per la nostra città e il Sindaco Guarnieri che fa? Non trova soluzione migliore che sbraitare contro qualcuno reo come sempre di impedirle di portare avanti il proprio programma, qualcuno che in questo caso è giusto sottolinearlo, viene identificato con 40 profughi, cioè persone fuggite dalla guerra che per salvare la propria vita hanno dovuto abbandonare la propria patria, e per l’accoglienza delle quali tempo addietro lo stesso sindaco Guarneri aveva dato la disponibilità della nostra città”.

“La sola idea di occupare oggi un sito proposto come sistemazione per protestare contro questi , che ribadiamo ancora una volta, prima di essere profughi sono in primo luogo esseri umani come noi, rappresenta davvero a nostro parere la peggiore delle affermazioni che un Sindaco degno di questo nome avrebbe potuto mai fare.La giunta, con il testa il suo sindaco leghista/meridionale, la quale evidentemente deve aver completamente dimenticato i duri anni in cui erano gli stessi meridionali ad essere additati come criminali e persone poco gradite,hanno dimostrato per l’ennesima volta la propria incapacità di gestire le sorti del comune di Albenga. E’ incredibile come i fatti smentiscano completamente poi la versione del sindaco Guarnieri che oggi grida contro il complotto della Regione che vorrebbe obbligare la città a diventare una sorta di smistamento di ‘criminali pronti alla razzia del nostro territorio’, dimenticando come in realtà, e le parole dell’assessore regionale Rambaudi lo dimostrano, fino ad ora nulla si fosse fatto per trovare di comune accordo una soluzione a questa problema se non fornire indicazioni per siti ritenuti per varie ragioni non idonei a questa particolare situazione”.

“E’ stata proprio l’incapacità e del sindaco e della sua giunta che non ha voluto affrontare il problema in maniera seria a portarci a questa situazione di emergenza in cui va ricordato, la Regione è dovuta intervenire proprio per cercare di trovare una soluzione. La stessa incapacità per la quale oggi ci troviamo a dover affrontare mille problemi come il depuratore, eco albenga e da ultimo il propabile addio al polo scolastico ingauno che dopo le ultime parole dell’assesore regionale Rossetti sembra ormai destinato al dimenticatoio nonostante il periodo di tempo nel quale la sig.ra Guarnieri ha ricoperto in giunta provinciale anche l’incarico di assessore con competenza in materia di edilizia scolastica. La domanda a questo punto nasce spontanea: ma di quanto altro tempo avranno bisogno il sindaco Guarnieri e tutti i suoi supporters prima di cominciare ad assumersi le proprie responsabilità? Continueranno davvero a cercare di dimostrare che tutti queste sono esclusivamente colpe della giunta precedente o alla fine prima o poi saranno in grado di assumersi la responsabilità dei propri fallimenti? La caccia al profugo rappresenta solo l’ultima vergognosa pagina di questa giunta e del suo modo di gestire la nostra città. Albenga non meritava e non merita tutto questo e per questa ragione il nostro appello è rivolto a tutti quei membri della giunta, che sappaimo ormai essere in tanti e che sappiamo responsabili e con a cuore davvero il bene della nostra città e che non tollerano più questi atteggiamenti e questa situazione nella quale la loro stessa dignità e prestigio vengono costantemente ridicolizzate a causa di questo modo di fare….staccate la spina e ponete fine a questo disastro”.

“Leggendo il rimpallo di accuse tra assessore Rambaudi e sindaco Guarnieri l’unica cosa che si evidenzia è l’ennesimo caso di palese inadeguatezza da parte dell’attuale giunta ingauna nella gestione di questa problematica come di tutte le altre problematiche che negli ultimi 12 mesi si sono accumulate sul tavolo albenganese – aggiungono infine Passino e Varalli, consiglieri del gruppo di minoranza “Albenga è” – E non è certo chiamando il popolo alla “rivolta” e alle “occupazioni” che questo, come altri problemi, può essere affrontato e risolto. E’ il momento che il Sindaco Guarnieri si renda conto una volta per tutte che non è “chiudendo” le pratiche nel cassetto che si gestisce una città complessa come Albenga che negli ultimi mesi, vedi Polo scolastico, vedi Depuratore Ingauno, vedi EcoAlbenga, vedi Porto è nella paralisi più completa.

Con questo invitiamo formalmente le parti ad abbassare i toni e il Sindaco Guarnieri a chiedere immediatamente un tavolo di confronto tra Comune e Regione. Un tavolo a cui dovrà necessariamente essere invitata anche l’opposizione di Albenga nelle persone dei Capigruppo trattandosi di un problema, questo dei profughi, che riguarda tutta la cittadinanza e che rischia di avere delle ricadute dirompenti su tutta la città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da aquila

    meno male che Muni’ è dell’ Italia dei Valori… l’operazione rischia di essere “scarsamente umanitaria” per i poveracci che ci devono abitare (visto che è la struttura è totalmente abbandonata da anni) ed un regalino al privato, che lì non ci riusciva proprio ne a costruire torri ne altro… e in più ha qualche problemuccio con altri cantieri. La scuola delle Rapalline è una soluzione ragionevole che con un piccolo adeguamento in termini tecnici riuscirebbe ad essere idoneo. Albenga vi vede e sa… se sperate che non ce ne siamo accorti….