IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Privacy, reputazione e diritto all’oblio nell’era di internet: un convegno a Roma

Più informazioni su

Come può un cittadino difendere la propria reputazione da una falsa notizia online? Come tutelare la propria privacy, proteggendo dati e informazioni che lo riguardano? E il diritto all’oblio può davvero essere praticato, sfuggendo alla enorme memoria della rete? Sono queste alcuni quesiti a cui il convegno “La memoria lunga della Rete. Privacy, reputazione e diritto all’oblio nell’era di Internet” cercherà di rispondere, proponendo un dibattito aperto tra istituzioni, aziende, associazioni, esperti e mondo della ricerca, giovedì 23 giugno a Roma, presso la Sala delle Conferenze di piazza Monte Citorio 123/A, a partire dalle ore 14.

Organizzato dall’Associazione Nazionale Stampa Online e dall’Istituto di Informatica e Telematica del Cnr di Pisa, in collaborazione con Isoc Italia e l’Istituto per le Politiche dell’Innovazione, il convegno cercherà di delineare lo stato dell’arte di queste complesse tematiche, di illustrare le misure che si stanno mettendo in atto e di avanzare nuove proposte di lavoro.

“I mutamenti profondi che internet sta introducendo nelle nostre esistenze richiedono con urgenza la defnizione di nuovi equilibri tra i diritti di libertà di espressione, privacy e oblio e di più adeguati strumenti a loro tutela” afferma Domenico Laforenza, direttore dell’Iit del Cnr di Pisa che, tra i vari temi di ricerca, promuove da anni il dibattito nazionale sulla Internet Governance.

Particolarmente sentiti da Anso i temi di privacy e diritto all’oblio collegati al giornalismo “Abbiamo voluto questo incontro come primo step per avanzare proposte e iniziare a lavorare su soluzioni condivise – dichiara il direttivo Anso -, che possano far sviluppare l’informazione online senza vessazioni e afnché l’informazione stessa si faccia garante della privacy del cittadino. Il diritto di cronaca è anch’esso un diritto da tutelare”.

Gli ospiti che animeranno i dibattiti sono tutti soggetti che operano o si occupano di internet sotto vari aspetti. A partire da Stefano Rodotà che aprirà i lavori e Guido Scorza che modererà tutte e due le tavole rotonde in programma. Nella la prima tavola rotonda, dal titolo Democrazia e tutele in Internet. Fra vuoto normativo, diritto di cronaca, lesioni della privacy o sovraesposizione, saranno coinvolti nel dibattito Anne-Sophie Bordry (Facebook), Nicola D’Angelo (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), Marco Di Maio (Anso), Domenico Laforenza (Iit – Cnr), Mauro Lupi (Ammiro.it) e Vittorio Zambardino (giornalista e blogger).

Per la seconda tavola rotonda, “Difendere la Rete o difenderci dalla Rete. Punti di vista a confronto per soluzioni condivise”, saranno presenti Marilù Capparelli (Google), Giuseppe Corasaniti (Università di Roma Sapienza), Elisa Grande (presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento Informazione ed Editoria), Benedetto Liberati (Anso) e Mauro Paissan (Garante per la Protezione dei Dati Personali).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.