IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo impianto fotovoltaico di Tirreno Power, Gosio: “Pronti 200 milioni per le rinnovabili a Vado Ligure” foto

Vado Ligure. In questa settimana Tirreno Power, tramite la sua controllata Tirreno Solar, avvierà l’esercizio dell’impianto commissionato a juwi Energie Rinnovabili: l’impianto fotovoltaico a terra situato a Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, ha una potenza nominale di 6.900 kWp, una produzione elettrica annuale stimata oltre i 9 milioni di kWh. Un’opera imponente nel panorama delle energie rinnovabili in Campania, con oltre 30 mila moduli fotovoltaici in silicio policristallino installati su un terreno dalla conformazione ondeggiante, 7 cabine di campo e 60 Km di cavi solari su una superficie complessiva di 150.000 mq.

“Con questo progetto – sottolinea Giovanni Gosio, CEO di Tirreno Power – rafforziamo il nostro know-how specifico nel settore delle fonti rinnovabili, che ci vedrà particolarmente impegnati in Liguria con l’installazione e la gestione di quasi 180 MW di produzione da fonti rinnovabili, progetto collocato nell’ambito del rinnovamento tecnologico e potenziamento della nostra centrale di Vado Ligure. Nel progetto di Vado Ligure sono previsti e pronti, infatti, investimenti per 200 milioni di euro complessivi nel settore delle fonti rinnovabili, aumentando considerevolmente la potenza prodotta con queste fonti in Liguria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mamma critica

    bravo gosio
    bravo giovanni
    adesso altra mossa vincente
    dismettere il carbone e metanizzare
    bravo
    continua cosi che vai bene
    il fotovoltaico va fatto qui, non a caserta
    fatti un giro con l’elicottero, guarda quanti bei tetti liberi che ci sono
    non occupare il suolo agricolo che ci serve per i carciofi e il basilico
    tetti, caro, capannoni e terrazze inutilizzate
    e basta carbone, bravo giovanni
    e un progettino innovativo? sai che un ragazzino dell’ITIS ha progettato di ottenere energia elettrica dallo scalpiccio dei compratori di un supermercato? ha 16 anni ed e’ uno studente
    e ce l’ha fatta
    e funziona
    che voi ed ansaldo non riusciate, unendo le vostre materie grige, a studiare qualcosa di un po’ meno anacronistico del carbone?
    dai, gosio, avanti tutta
    mare, onde, vento, geotermia, pompe di calore, sole, eolico di alta quota
    per voi son bruscolini, usateli
    progettate, spremetevi le meningi che e’ di pubblica utlita’
    ma basta carbone!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    no coke

  2. Scritto da Resist

    Ecco la strada giusta…..le fonti rinnovabili.
    E lasciate perdere il carbone che poterà solo guai per l’economia Savonese, oltre a malattie e sofferenze.