IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, sabato la festa della Madonna della Visitazione: alle 21 via alla processione

Più informazioni su

Loano. Sabato 2 luglio, Loano celebra la tradizionale festa religiosa dedicata alla Madonna della Visitazione con una suggestiva processione che vedrà sfilare le confraternite provenienti da tutta la Liguria. La festa del 2 Luglio è anche chiamata la Festa del Mare, poiché, in questa occasione, lo stupendo gruppo scultoreo che rappresenta la Madonna della Visitazione viene portato in spalla dalla confraternita delle Cappe Turchine, così dette dal colore della casacca. Da oltre quattrocento anni le Cappe Turchine fanno rivivere ogni anno questa ricorrenza religiosa.

In processione sfileranno le confraternite liguri con i loro crocifissi, caratterizzati da suntuosi addobbi alla figura del Cristo e dei “canti”, ovvero le estremità della croce. I “canti” sono impreziositi da fiori di mille forme su lunghi steli, palme, rami fra volute d’argento e frusciano musicalmente al passo del portatore ed ancor più quando nel cambio sono sollevati di scatto per essere passati a chi gli subentra. Nella processione viene portato a spalla anche il gruppo statuario raffigurante la Vergine con S. Elisabetta, S. Giuseppe e S. Zaccaria, ricoperti degli ori donati per grazia ricevuta o invocata.

Lumini sui davanzali delle finestre delle case nel centro storico creano una suggestiva atmosfera che avvolge la processione religiosa. Le confraternite si muoveranno da Piazza Italia alle ore 21.00 e attraverso via Doria raggiungeranno il lungomare. Una prima sosta sarà fatta all’altezza della “Casetta dei lavoratori del mare”, dove i portatori faranno il primo “brassa!”, “issa!”, “brassa!”, ripetuto tre volte, per alzare alta ed abbassare la “cassa” per il “saluto”. La seconda fermata, più lunga, sarà in piazza Mazzini per la “benedizione” al mare.

Suggestivo più di ogni altra cosa è il momento in cui decine di portatori, con le braccia tese nello sforzo, alzano il gruppo statuario sopra la loro testa e l’abbassano per tre volte, nel “saluto o benedizione al mare”, che è un omaggio a quanti hanno perso la vita nel duro lavoro del mare. Dopo la benedizione la processione riprenderà il cammino per le vie del centro storico per tornare in piazza Italia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bach
    Scritto da Bach

    A parte che non ho minimamente citato paesi arabi, musulmani o crocifissi in aula. Ho solo detto che nel 2011, in una nazione laica e moderna, perpetuare superstizioni di natura mediovale come questa è un po’ anacronistico. Poi, a parte quelli che ci credono per davvero (e son sempre meno), queste cose si continuano a fare perché i turisti portan soldi…

  2. leva1974
    Scritto da leva1974

    Ceppo… per la prima volta ho cliccato sul MI PIACE un tuo commento!

    puoi avere solo ragione!

  3. IronMan
    Scritto da IronMan

    Le tradizioni vanno sempre rispettate e portate avanti . . ma sicuramente @Bach sarà uno di quelli che sarà d’accordo quando – nelle nostre scuole – un genitore di un bimbo mussulmano non vorrà il crocifisso in aula, o Gesù bambino nel presepe, perchè offende la sua religione. . . si si, emigra da Loano, a vai a fare il critico pensatore in Arabia Saudita. . . vedrai il trattamento che ti riserveranno !!

  4. lingotto
    Scritto da lingotto

    si,nel 2011 queste cose hanno ancora un senso e vanno fatte finchè i “nostri amici” (solamente di qualcuno..) rom e musulmani ce le faranno fare..

  5. Ruthor
    Scritto da Ruthor

    Ma che bei commenti da talebani, se uno non la pensa come voi è meglio se emigra? Io non credo che la comunità Loanese sia composta da soli integralisti cattolici, caratteristica dell’occidente è la libertà di pensiero e di parola, forse siete voi che dovreste emigrare…in Afghanistan.