IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Laigueglia in attesa della Banda musicale della Polizia di Stato

Laigueglia. Questa sera, alle 21, la Banda Musicale della Polizia di Stato, diretta dal Maestro Billi, terrà un concerto in Piazza Marconi, nello storico borgo marinaro di Laigueglia, oggi conosciuta come rinomata e raffinata località turistica della Riviera Ligure. L’appuntamento è quello delle grandi occasioni: i festeggiamenti per i 150 anni dell’Unità d’Italia.

Farà da cornice all’evento, organizzato dal Comune di Laigueglia, la storica Piazza Marconi, caratteristico angolo della cittadina, riconosciuta come uno dei borghi più belli d’Italia. Oltre al concerto è prevista, dal pomeriggio, una conferenza sul Risorgimento curata dal Prof. Scotti Douglas e l’esposizione di mezzi storici ed operativi della Polizia. Secondo una sorta di evoluzione storica, saranno presenti dai Poliziotti a Cavallo alla nuova Lamborghini Gallardo in “servizio” alla Polizia Stradale, passando per la celebre Moto Guzzi “Falcone” ed alla mitica Campagnola degli anni ’60, utilizzate nei servizi operativi dell’epoca ed anche indimenticabili protagoniste di tante pellicole di quegli anni.

Ci saranno poi i cani poliziotto, la Polizia Stradale con le nuovissime moto BMW e la Polizia Scientifica con le attrezzature utilizzate sulla “scena del crimine”. Infine il personale dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico allestirà uno stand espositivo con materiale didattico e divulgativo. Il concerto sarà preceduto dalla proiezione, su di un maxi schermo allestito per l’occasione, degli spot sulla sicurezza partecipata, realizzati con gli studenti delle scuole superiori, presentati alla Festa della Polizia dalla stessa Regista, la Prof.ssa Marta Arnaldi.

“Abbiamo aderito con entusiasmo all’invito del Sindaco di Laigueglia di festeggiare solennemente questi primi 150 anni dell’Unità d’Italia – sottolinea il Questore Grillo – siamo particolarmente soddisfatti della partecipazione della Banda della Polizia di Stato, che sarà ospite per la prima volta nel territorio di questa Provincia”. La Banda musicale della Polizia di Stato da oltre 70 anni è un importante veicolo di divulgazione della musica in Italia e all’estero. Composta da 105 esecutori guidati da un vice maestro e da un maestro direttore, tutti provenienti dai più famosi conservatori, partecipa con stile e bravura alle celebrazioni pubbliche più importanti, rappresentando degnamente la Polizia di Stato. Le sue esibizioni, sia nei più celebri teatri che nelle piazze italiane e del mondo, sono particolarmente apprezzate.

Con un vasto repertorio che comprende, oltre alle tradizionali marce militari, anche brani originali e trascrizioni di musica classica e contemporanea, la Banda contribuisce ad avvicinare i cittadini, attraverso la musica, al concetto di “Polizia di prossimità”. L’alto profilo artistico delle sue interpretazioni e la qualità dei programmi proposti qualificano la Banda musicale della Polizia di Stato tra le migliori orchestre di fiati a livello internazionale. La Banda musicale della Polizia incide i suoi brani anche sui cd musicali prodotti dalla casa discografica: Edizioni musicali Wicky. La Banda musicale della Polizia di Stato svolge una continua e intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Le collaborazioni con artisti di fama internazionale come Mariella Devia, Katia Ricciarelli, Leon Bates, Stefano Bollani, Amii Stewart sono una testimonianza dell’alto livello qualitativo raggiunto anche nelle esecuzioni più impegnative. Di grande rilievo sono anche i concerti tenuti con i cori delle più importanti istituzioni musicali, quali Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Regio di Torino, Teatro dell’Opera di Roma, Accademia di S. Cecilia, Teatro Massimo di Palermo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.