IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Futuro del Riviera Basket, Gentile: “Domani ci mettiamo al lavoro, martedì ne saprete di più”

Quiliano. La Tirreno Power, la scorsa estate, è stata costruita per vincere. Acquisti mirati e di elevato spessore per dare a coach Marcello Ghizzinardi una rosa con la quale poter centrare il traguardo della promozione. Il presidente Roberto Drocchi è sempre stato pronto ad intervenire sul mercato, anche durante la stagione, in particolar modo quando si è infortunato Luca Bernardi. In breve è stato acquistato Luca Sottana per sostituirlo.

Le note vicende extrasportive, giunte proprio alla vigilia della semifinale playoff, hanno turbato l’ambiente. La squadra, però, non ne è stata scossa e ha raggiunto l’obiettivo per il quale era stata costruita. Inevitabile, però, diventa domandarsi come il Riviera Vado Basket affronterà la prossima stagione.

Gabriele Gentile, dirigente accompagnatore della società, chiarisce i termini temporali riguardo alle decisioni del sodalizio vadese. Prima, però, spende alcune parole per la promozione appena conquistata: “Ha vinto la squadra che ha giocato la migliore pallacanestro, con un grande allenatore che si è saputo adattare al gioco delle altre squadre, imponendo il proprio. Abbiamo vinto queste partite sul ritmo, con la difesa e con la voglia di fare risultato contro tutto e contro tutti”.

Riguardo a quanto accaduto nelle settimane scorse, con l’arresto di Drocchi, Gentile dichiara: “Probabilmente in altre situazioni o in altri ambienti questo avrebbe portato allo scoramento totale, invece ci ha dato una carica in più. I ragazzi hanno dimostrato una grande serietà professionale per raggiungere un obiettivo che ci eravamo prefissati dal 16 agosto, abbiamo lavorato tutti questi mesi e raccolto quello che abbiamo seminato”.

Poi Gentile viene al tema del futuro della società. “Ora c’è un giorno per godere – afferma -. Poi ci mettiamo al lavoro da domani sera e molto probabilmente martedì il consiglio direttivo del Riviera Vado Basket informerà delle proprie decisioni con un comunicato. E’ fuori discussione che faremo di tutto e di più perché abbiamo un pubblico meraviglioso che penso non abbia uguali in tutto il nord Italia”.

“La serie A Dilettanti di dilettantismo ha veramente poco – spiega Gentile -. Di fatto è il primo campionato italiano. Per quanto riguarda la A1 e la A2, tra americani, extracomunitari, eccetera non si riesce a capire chi ci gioca. La A Dilettanti è il primo campionato che vede protagonisti i giocatori italiani, quelli di maggior prestigio”.

Duecento persone a Legnano, 1400 oggi a Vado: la base su cui ricostruire il futuro. “E’ quello che ci dà la carica – afferma Gentile -. Chiaramente sul carro dei vincitori all’ultimo momento ci salgono in molti, però questo è un carro che abbiamo costruito piano piano, da anni e anni di lavoro. Abbiamo un settore giovanile che numericamente ci invidiano tutti. Abbiamo numeri molto importanti, Vado città è consapevole di questo. Questa società con il suo settore giovanile è un fiore all’occhiello, un patrimonio che non vogliamo disperdere”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.