IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale, i Verdi: “Danni non più accettabili al nostro patrimonio archeologico” foto

Finale L. “Non c’è più tempo per rinvii e tentennamenti: l’allarme lanciato alcune settimane fa dalla Soprintendenza ai Beni Archeologici della Liguria, per i danni che vengono arrecati ai Ponti Romani, deve avere una risposta adeguata”. A dirlo è Gabriello Castellazzi, portavoce dei Verdi finalesi.

“Val Ponci è una valle fossile, parte integrante del sistema geologico ‘Altopiano delle Manie’. Questa confina con la Valle Andrassa, che giunge all’Arma delle Manie – spiega Castellazzi – La proposta di istituire un’area protetta, “Parco Tre terre- Costa Balenae” (Noli-Varigottie e tutto l’Altopiano delle Manie), anche se interessa solo una porzione di una più vasta e incomparabile area archeologica finalese, visto che finalmente ha trovato udienza e consenso presso la Provincia di Savona, non può rimanere oltre chiusa nei cassetti. I numerosi personaggi del mondo politico e della cultura che si sono fatti promotori dell’iniziativa, dovrebbero a questo punto sollecitare il Comune di Finale Ligure e la Provincia di Savona affinché vengano formalizzati a breve atti concreti istitutivi di questa Area protetta”.

“Oltre ai grandi vantaggi promozionali, tutta l’area potrebbe fruire di un sistema di sorveglianza speciale non più rinviabile se non si vuol assistere a danni irreparabili. Tra i siti archeologici da tutelare, oltre ai Ponti Romani, vi sono: l’Arma delle Manie (in evidente stato di abbandono), la Grotta delle Fate (dove è stato trovato l’ “Uomo di Neanderthal” ,ubicata proprio su Val Ponci) e la Necropoli Romana di Isasco (ormai ricoperta dai rovi)”, conclude il rappresentante dei Verdi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.