IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ferrania, Filctem Cgil: “Regione, Provincia e Comune facciano vigilianza istituzionale permanente”

Cairo Montenotte. I sindacati continuano a marcare stretto la Regione Liguria per mantenere alta l’attenzione su Ferrania. In attesa dell’incontro fissato al Ministero per il 16 giugno, l’aggiornamento dell’accordo di programma, il destino dei 255 lavoratori in cassa integrazione e le modalità del rilancio industriale continuano ad essere i temi caldi della questione.

Il segretario della Filctem Cgil di Savona, Fulvio Berruti, sottolinea: “So perfettamente quanto sia stato importante e concreto il ruolo svolto dalla Regione Liguria nella vicenda Ferrania, più volte riconosciuto pubblicamente dalle organizzazioni sindacali e dai lavoratori”. Il riferimento è in particolare agli assessori regionali Vesco e Guccinelli”. “Proprio per questa mia assoluta convinzione – spiega Berruti – chiedo alla stessa Regione che, dopo le ingenti risorse pubbliche destinate a Ferrania Technologies in funzione di un piano industriale che avrebbe dovuto garantire riconversione, sviluppo industriale e occupazione, abbia il diritto e il dovere non solo di chiedere conto a chi continua a disattendere gli impegni assunti, ma di assumere un ruolo permanente di ‘vigilanza istituzionale’, con Provincia di Savona e Comune di Cairo, affinché nel sito di Ferrania si dia corso a quanto concordato nei vari piani d’impresa presentati dalla proprietà e, verificare attivamente ulteriori occasioni di insediamenti produttivi”.

“Infine – conclude l’esponente sindacale – prendo atto con grande soddisfazione che, come da tempo sollecitato da Filctem Cgil, Femca Cisl e Uilcem Uil, gli assessori Vesco e Guccinelli stiano predisponendo un tavolo in preparazione del possibile incontro del prossimo 16 giugno al Ministero dello Sviluppo Economico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cairesedoc

    Giusto Resist,
    Provincia e anche Regione.
    Per il comune è meglio lasciar perdere

  2. Scritto da Resist

    La ripresa di Ferrania, puntando sulle fonti alternative di energia, è un banco di prova per una nuova politica industriale in Provincia di Savona.

  3. Scritto da cairesedoc

    La Regione ha fatto molto, e ha speso tantissimo per Ferrania.
    Anche la Provincia si è impegnata seriamente e ha seguito la vicenda con molta attenzione.
    Gli stessi comuni vicini, Altare, Milelsimo, Carcare, hanno costantemente lavorato per Ferrania.
    Non parliamo del lavoro della vecchia amministrazione Chebello, che ha smosso mari e monti.
    Un’azione forte che andava continuata per dimostrare l’importanza dello stabilimento per il territorio.

    Ma ci sono i commissari da portare in giro, bisogna inaugurare qualsiasi cosa, non c’è tempo per Ferrania.