IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Eroina destinata alla Riviera: 7 kg sequestrati, due arresti foto

Più informazioni su

Savona. Sedicimila dosi di eroina pronte per lo sballo della Riviera ligure, Genova e Savona in primis, fino ad allargarsi alle altre città del nord Italia, per un volume di affari di circa mezzo milione di euro.

Sono queste le maglie della rete del traffico di droga portato alla luce da un’operazione del nucleo operativo dei carabinieri di San Martino che, stamani, ha portato all’arresto un imprenditore edile albanese, da tempo radicato nella provincia di Cuneo e il suo complice, un cittadino tunisino irregolare, noto spacciatore di Genova.

L’indagine è partita da una serie di controlli sull’attività commerciale dell’albanese, un 34 enne incensurato, la cui famiglia lavora nelle ristrutturazioni da tempo. “Siamo arrivati a lui per una serie di movimenti sospetti che non trovavano giustificazioni in attività economiche lecite – spiega il comandante Pierluigi Breda – aveva una partita iva aperta da molto tempo ma senza attività economica e in contemporanea faceva registrare movimenti spropositati oltre ad essere sempre in movimento per il nord Italia. Diverse volte è stato fermato a Genova”.

L’operazione della Campagnia San Martino è scattata proprio durante una delle incursioni genovesi, dove l’imprenditore edile è stato colto sul fatto nell’atto di cedere un panetto da oltre mezzo kg di eroina purissima allo spacciatore tunisino. Da lì la perquisizione nella lussuosa dimora di Cuneo all’interno della quale i militari genovesi hanno scoperto 7 kg di eroina purissima, molto probabilmente arrivata per la prima volta in Italia. “Una purezza al 50% – sottolinea Breda – quando mediamente sul mercato rinveniamo livelli dal 7 al 10%, era proprio ‘da ingresso in Italia’”.

L’ingente carico era pronto per il capoluogo e per il mercato della riviera, come dimostrato dalle molte incursioni dell’imprenditore edile nel capoluogo ligure. Un caso non troppo isolato, segno forse di una ripresa del mercato dell’eroina. “Le ultime risultanze investigative hanno permesso di sequestrare ingentissimi quantitativi anche a Genova” ha spiegato Breda.

Attualmente sono in corso indagini e ulteriori approfonditamenti per risalire alla provenienza dello stupefacente. “Il tipo di sostanza, il livello di purezza fanno pensare al massimo livello di distribuzione, sicuramente verticistico” ha concluso il capitano Pierluigi Breda.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gigghy

    carabinieri 7 kg di eroina…polizia 1 grammo di fumo…c’è qualcosa che non và…