IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La foto dei Lettori di IVG.it

Da Tusla in Riviera: Albenga ospita 52 bimbi bosniaci

Più informazioni su

Albenga. “Pace, vogliamo pace per tutti, perchè con la pace siamo tutti amici”. Sono queste alcune parole della poesia che i 52 bimbi bosniaci, provienienti da Tusla, terza città più popolosa della Bosnia- Erzegovina, hanno preparato per venire a salutare la città di Albenga. Anche questa volta, come ogni anno oramai dal 2006, a fare gli onori di casa, il Centro anziani con un’equipe cucina, coordinata dalla Vice presidente Ausilia Donà e impegnata, da ieri mattina e fino a questa sera, nel prepare i pranzi e la cena per i ragazzi.

Un pomeriggio intero al mare, ospiti della spiaggia ingauna Miramare gestita dalla famiglia Vazio e una mattinata invece al grande parco acquatico Le Caravelle, con ingresso gratuito, a divertirsi in mezzo ai tantissimi giochi e attrazioni sull’acqua. A dormire, invece, ospiti della Diocesi di Albenga-Imperia presso la Casa di spiritualità Santa Maria Bel Fiore di Peagna. Un’iniziativa ancora una volta importante, espressione di una sinergica solidarietà che, a partire dagli sponsor ingauni Fruttital, Fitimex, Noberasco, Caffè Loco, Panetteria-pasticceria “Sapore di pane” e Coop Liguria, ha permesso ai nostri bimbi, oramai adottati a distanza, di trascorrere qualche giorno di vacanza estiva nel ponente savonese. Ieri sera, a cena con i bambini, anche il Sindaco Rosy Guarnieri, l´Assessore ai Servizi Sociali Eraldo Ciangherotti e l’Assessore al turismo Mauro Vannucci.

“Grazie, ancora una volta, al Centro Anziani per la grande collaborazione offerta, ogni volta, a questa Amministrazione comunale – dichiara Eraldo Ciangherotti, Assessore ai Servizi sociali di Albenga – Insieme ai bimbi di Tusla, ai quali ci siamo affezionati, abbiamo potuto salutare ufficialmente anche il nuovo Presidente del Centro Anziani, Giuseppe Ferro e i membri del Direttivo da pochi giorni insediatosi. Questa iniziativa, ereditata dalla precedente amministrazione e promossa anche dall’attuale Assessorato ai Servizi sociali, dimostra che la solidarietà è un principio che non sta solo a sinistra e che anche la nostra Amministrazione comunale sa mettere al centro di vere politiche sociali, dove i colori di partito sbiadiscono improvvisamente e lasciano lo spazio all’umano che c’è in ognuno di noi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.