IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Città Europea dello Sport: presentata la candidatura di Finale Ligure foto

Una Commissione dell’ACES, l’Associazione delle Capitali Europee dello Sport (European Capitals of Sport Association), è in visita in questi giorni a Finale Ligure per verificare se possiede i requisiti necessari ad ottenere il prestigioso riconoscimento di “European Town of Sport”.

L’assegnazione viene effettuata da ACES secondo principi di responsabilità e di etica, nella consapevolezza che lo sport è fattore di aggregazione sociale, di miglioramento della qualità della vita, di benessere psico-fisico degli individui e di piena integrazione delle fasce sociali in condizioni di disagio.

I riconoscimenti assegnati da ACES rappresentano un’opportunità a disposizione delle Amministrazioni Locali per fornire un riconoscimento ufficiale alla qualità del loro impegno in materia sportiva sul territorio di competenza.

“Lo sport non è solo un’attività per il corpo, ma soprattutto un importante esercizio per la mente. Fin dall’infanzia nello sport si misura la tenacia, si comprende la fatica, si accoglie la sconfitta e ci si ripaga della vittoria – dice l’assessore Massimo Gualberti -. Lo sport è la metafora della vita che i giovani atleti incontreranno nel loro futuro. Coglierne il senso è indispensabile e non è forse un caso che ogni politica giovanile, da qualunque posizione giunga, tragga le proprie basi dallo sport. La città di Finale nel corso degli anni con i propri atleti, allenatori, dirigenti, può oggi contare su un’importante tradizione sportiva, che con oltre 30 associazioni e 2000 tesserati, costituisce un patrimonio inestimabile. Le meraviglie dello sport ed un ambiente incontaminato hanno poi permesso alla nostra città di sviluppare una significativa nicchia turistica, ogni giorno sempre più importante, negli sport outdoor. Paesaggi mozzafiato e montagne dalle quali si può ammirare il mare hanno trasformato Finale in una grandiosa palestra all’aperto con migliaia di vie di arrampicata e centinaia di sentieri giornalmente percorsi a piedi, in mountain bike e a cavallo. La candidatura quale European Town of Sport vuole riconoscere l’impegno che migliaia di appassionati hanno messo nel loro sport. A tutti la nostra Comunità vuole rivolgere un sincero grazie”.

A Finale è rilevante l’attività sportiva dedicata ai giovani, della cui diffusione si occupano le associazioni sportive ed in particolare la Polisportiva. Le infrastrutture sportive attualmente attive sul territorio sono 27.

Il Piano urbanistico Comunale prevede, inoltre, la realizzazione nell’area Ghigliazza di un palazzetto dello sport con campo polivalente per basket, volley, pallamano e calcetto, una piscina coperta da 25 metri e attrezzature sportive all’aperto per almeno 12 mila metri quadri (campi da tennis, campo da calcio, pista polivalente).

Sul territorio è presente la Consulta dello Sport, organismo che svolge importanti funzioni, quali la verifica tecnica annuale sull’utilizzo e la gestione degli impianti sportivi e il monitoraggio periodico sullo stato della loro efficienza.

La presenza di rilevanti emergenze preistoriche, protostoriche e medioevali unitamente all’importante patrimonio ambientale, ha favorito inoltre lo sviluppo di una nuova e originale attività sportivo-culturale, l’Archeotrekking, organizzata a cura del Museo Archeologico del Finale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.