IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ciet Impianti, la Telecom rescinde il conratto: lavoratori pronti a sciopero e presidi

Savona. Tegolata sui lavoratori di Ciet Impianti: la Telecom Italia ha rescisso il contratto di appalto su tutto il territorio della provincia di Savona a partire dall’1 luglio prossimo. “La Ciet ha comunicato la cessazione di attività per i cantieri di Vado Ligure e Albenga a partire dal 30 giugno prossimo con il licenziamento di 47 lavoratori” è il grido d’allarme della Fiom Cgil, attraverso Andrea Pasa, che spiega: “La Telecom ha affidato le attività alla Alpitel Spa, quindi, visto che si tratta di un cambio di appalto, sosterremo fino alla fine l’introduzione della clausola sociale all’interno delle gare di appalto che Telecom effettua nei vari territori, con la richiesta a Alpitel di assorbire tutti i lavoratori attualmente in Ciet per le attività che riguardano tutta la provincia di Savona”.

Il contratto avrebbe avuto termine prefissato il prossimo 31 dicembre. “Reputiamo non tollerabile il comportamento di Telecom e le causali che hanno spinto il cliente a rescindere il contratto con Ciet prima della naturale scadenza – afferma Pasa – ma soprattutto chiediamo l’intervento della Fiom nazionale e del Ministero al fine di addivenire ad una positiva soluzione del problema occupazionale. Il primo luglio è molto vicino, le istituzioni purtroppo sono molto lontane dai problemi reali delle persone e anche in questa vertenza stanno dimostrando solo disinteresse”.

Nella giornata di ieri, giovedì 23 giugno, i lavoratori dei cantieri di Albenga e Vado Ligure hanno proclamato 8 ore di sciopero “denunciando – sottolinea il sindacalista – la totale assenza di politiche industriali serie per il settore delle telecomunicazioni, il silenzio della Telecom e soprattutto verso le Istituzioni locali che ancora non hanno fissato l’incontro da noi richiesto”.

“A partire da lunedì 27 giugno prossimo, in assenza di percorsi condivisi, concordati con Ciet, Telecom e Alpitel finalizzati alla risoluzione del problema occupazionale, i lavoratori e la Fiom di Savona proclameranno uno sciopero con presidi presso la Provincia di Savona e la sede della Regione Liguria” conclude Pasa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da lorenzo1

    E anche qui nessuno commenta.
    Cosa saranno mai 47 operai senza lavoro?
    Cosa commentiamo a fare…..
    Salviamo caprioli e cinghiali, ma di loro non ci importa nulla!!!!!!
    Il settore degli appalti da parte di Telecom e’ in forte crisi….
    Scommetto che @’apporrò lavora al ribasso , per ppi dire tra un poco che non ci sta più dentro e chiede aiuti.
    Tutti d’accordo.
    Chi come me lavora in questo settore , si e’ accorto della crisi , inventata dai potenti !
    Chissà perché per le loro tasche la crisi non esiste!
    Ad esempio: telefonia pubblica
    Stanno spartendo tantisse cabine telefoniche, nonostante lavorino (il gergo e’ fare traffico) , ma qualcuno ha deciso di elimatle, e si deve fare!!!
    E secondo voi chi ci rimette ??
    Altri operai a casa !!!!
    Ma qui il noso non lo mette nessuno?
    Salviamo i cinghiali!