IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, restyling per il portone del palazzo civico

Più informazioni su

Albenga. Ancora pochi giorni e l´ingresso principale del Palazzo civico di Albenga sarà completamente rimesso a nuovo. E´ quasi completato infatti il lavoro di restauro del portone in legno, di epoca seicentesca, in noce esterno e rovere interno, a pannelli bugnati e stondati, che si affaccia su Piazza San Michele.

A compiere l´opera di restauro, nel tempo libero, Massimo Sciandra, rinomato restauratore iscritto anche alla Camera di Commercio prima ancora che dipendente comunale part-time dell’Ufficio del protocollo. Sverniciatura totale prima con pistola termica poi con decapante in gel per eliminare i residui delle numerose passate di vernici. Quindi lavori di piccola falegnameria per sigillare le varie spaccature, utilizzando legno della stessa essenza e della stessa epoca e carteggiatura del legno. Infine applicazione del mordente di tintura noce media e passata finale con stesura del materiale a base di cera d´api.

“Tutto pronto entro metà giungo – assicura l´addetto ai lavori – perché il Comune, con un meticoloso e scrupoloso restauro del suo ingresso, continuerà ad essere il punto di riferimento e la casa di tutti i cittadini”. Così lo storico portone restaurato e incastonato nella suggestiva scenografica di Piazza San Michele con la Cattedrale e i suoi palazzi antichi tutt’attorno contribuirà a rendere più bello il salotto della città.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mariolino

    quando finirà questa barbara usanza di adoperare vocaboli inglesi per indicare azioni o cose che nella nostra lingua sono perfettamente identificate. In questo caso si poteva dire “Restauro del portone ecc.ecc.” invece no è intervenuto lo scimmiottamento straniero per dire una cosa che ha il suo nome perfettamente inquadrato. Potrei capire l’uso di vocaboli inglesi per indicare parole non traducibili, ma nei casi palesi….!