IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, il Ministro Gelmini dice sì: il Liceo Bruno avrà 2 quarte ginnasio

Albenga. Il Liceo Classico di Albenga avrà due classi quarte ginnasio. Ad annunciarlo è direttamente il sindaco Rosy Guarnieri che spiega: “Ebbene sì, sono state autorizzate le due classi prime al Liceo Classico, oltre alle due al Linguistico e alle quattro allo Scientifico. Finalmente è arrivata ufficiale la risposta del Ministero dell’Istruzione alla lettera che, circa due mesi fa, abbiamo inviato all’attenzione del Ministro Mariastella Gelmini, per sostenere con forza la richiesta, già avanzata dal dirigente scolastico Zavattaro, per le 2 classi prime al Liceo Classico di Albenga, con l’inserimento, in una classe, di un alunno con grave certificata disabilità”.

“La prossima settimana la scuola potrà incontrare ufficialmente i genitori nell’Aula Magna del Liceo ‘Dante Alighieri’, per iniziare da subito un dialogo sistematico con le famiglie degli alunni iscritti al Liceo scientifico (il 29 giugno alle ore 16,30) e con le famiglie degli alunni iscritti al Liceo Classico e Linguistico (il 30 giugno alle 16,30)” aggiunge il sindaco che insieme all’assessore ai servizi sociali, Eraldo Ciangherotti e al consigliere Nicola Podio ha commentato la risposta del Ministero dell´Istruzione.

“Sin dall’inizio – si legge nella nota dell’amministrazione comunale – abbiamo chiesto che la ‘legge dei numeri’ tutelasse il diritto allo studio di tutti i 41 studenti iscritti alla quarta ginnasio, senza discriminare chi, diversamente abile, ha scelto di frequentare il liceo Classico statale di Albenga. Senza le due sezioni di quarta ginnasio, in una provincia dove, tra un liceo classico e l’altro corre una distanza di oltre 40 km, lungo le varie città della costa, sarebbero stati forti i disagi creati alle famiglie di Albenga e molti di quei 41 studenti iscritti sarebbero stati costretti a fare i pendolari per 5 anni o, addirittura, a rinunciare all’interesse per le lettere classiche. Le Istituzioni scolastiche ministeriali e regionali hanno recepito subito il nostro appello, mettendosi a lavorare per trovare una soluzione condivisa”.

“Ci spiace notare – prosegue la nota – come i vari gruppi dei ‘genitori anonimi’, che ultimamente non perdono occasione per attaccarsi a reminescenze ideologiche contro l’Amministrazione comunale per l’accorpamento delle scuole medie o ancora per il recente appello alle maestre della scuola materna a far lavare i denti ai bambini durante l’orario scolastico, non abbiano invece sposato questa, sì, vera battaglia per il diritto allo studio. Anzi, si sono posti contro questa nostra istanza al Ministero, perchè, a detta di qualcuno, nel progetto di accorpamento delle scuole medie, addirittura avremmo perseguito solo i piccoli interessi di bottega a favore del Liceo Classico”.

“Noi invece – si legge ancora nella nota – abbiamo combattuto l’applicazione del criterio selettivo, fin’anche l’estrazione a sorte, per l’accesso ai soli 27 posti inizialmente disponibili al Liceo Classico. Non potevamo e non volevamo accettare nessuna discriminazione per il nostro alunno disabile, che, per legge, va tutelato e che, invece, scegliendo quell’indirizzo di studi, rischiava di essere causa di un’ulteriore riduzione del tetto massimo di studenti iscrivibili al primo anno, con un numero ancora maggiore di studenti esclusi dal Liceo Classico Statale di Albenga”.

“Siamo soddisfatti, quindi, che al Liceo Statale “Giordano Bruno” di Albenga resti ampia l’offerta di una pluralità di Indirizzi, Classico Scientifico e Linguistico, secondo la migliore tradizione formativa della scuola italiana e della storia della città. Alla Dottoressa Maria Pina Acquarone, Dirigente Ufficio VII Ambito territoriale Miur di Savona, alla Dott. Giuliana Pupazzoni Direttore Generale Ufficio Scolastico regionale di Genova e al Capo di Gabinetto del Ministro Gelmini va tutta la nostra gratitudine per aver accolto le nostre istanze” concludono il Sindaco Guarnieri, l´Assessore Ciangherotti e il Consigliere Podio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da MauroPiuma

    Sono felice per il liceo di Albenga ma c’è qualcosa che non mi quadra: al corso serale di dell’ITIS e dei Geometri di Savona non sono state concesse la quarte sull’organico di diritto perché c’erano solo 20 studenti-lavoratori, che non hanno altra alternativa per terminare gli studi in provincia, mentre al Giordano Bruno sono sono state concesse due classi quarte con meno di 22 allievi benché gli allievi avrebbero un e alternativa in provincia costituita dal Liceo Chiabrera.
    Questo è successo dopo che è stato più volte ripetuto che i criteri per assegnare le classi ai corsi serali sono gli stessi dei corsi diurni!!
    Il coordinatore del polo serale di Savona prof. Mauro Piuma

  2. peppeskywalker
    Scritto da peppeskywalker

    W il liceo Classico di Albenga. Un tesoro per la città!