IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, Guarnieri: “L’accorpamento delle medie si farà, sarà una vittoria per i ragazzi”

Albenga. “Se l’assessore all’Istruzione della Regione Liguria Pippo Rossetti, come da lui apparentemente dichiarato a mezzo stampa, davvero ritiene ‘necessario’ il polo scolastico di Albenga, non possiamo che esserne soddisfatti. Lo saremmo ancora di più, naturalmente, se l’assessore Rossetti, dal quale peraltro siamo tuttora in attesa dell’annunciata telefonata, impegnasse la Regione Liguria a cofinanziare questa importante opera pubblica: sarebbe un gesto concreto, dopo tanti mesi di parole e parole, per dimostrare che il progetto di polo scolastico, uno dei punti cardine del nostro programma elettorale, riceverà un sostegno bipartisan, trasversale anche delle forze politiche di opposizione che mantengono una linea diretta con la Giunta Regionale”. E’ quanto dichiarano il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, l’assessore ai Servizi Sociali Eraldo Ciangherotti e il consigliere comunale con delega alla Pubblica Istruzione Nicola J. Podio in merito al progetto di accorpamento delle scuole medie e della realizzazione del polo scolastico di Albenga.

“Il polo scolastico per gli studenti delle superiori è fondamentale, e altrettanto necessaria è una sede scolastica per i ragazzi delle Scuole Medie, che meritano una collocazione adeguata, sicura ed efficiente come via degli Orti – proseguono -. Poco ci interessa lo sdoppiamento di personalità da parte di alcuni esponenti politici del Pd locale che, forse imbarazzati della loro appartenenza partitica e delle scelte da loro effettuate in passato in materia di edilizia scolastica, oggi preferiscono travestirsi da genitori del coordinamento spontaneo”.

“Con un incontro cordiale – notano ancora Guarnieri, Ciangherotti e Podio -, senza ricorrere alla consulenza dei tecnici del Comune negli orari di chiusura degli Uffici, siamo riusciti a spiegare all’ex vice sindaco Franco Fazio e alle altre sei persone presenti il progetto dell’accorpamento, già da tempo valutato, programmato e deliberato con pareri tecnici allegati che, salvo calamità naturali o fenomeni paranormali imprevedibili, verrà realizzato entro l’inizio del prossimo anno scolastico, nonostante i tentativi di boicottaggio e di rallentamento, e nonostante l’assessore regionale abbia inteso anticipare al 12 settembre l’apertura delle scuole, anziché dare ascolto ai genitori e agli operatori turistici che ne chiedevano invece il posticipo. Nessun errore nella progettazione, nessuna correzione nella pratica di accorpamento delle scuole medie, ma solo tanta pazienza, da parte dell’amministrazione, nel tranquillizzare puntualmente gli animi di alcuni genitori ipnotizzati dalla strumentalizzazione di distorte logiche di partito, camuffate con immotivati allarmismi”.

“Le norme di sicurezza previste dalla legge, dunque, saranno perseguite dall’amministrazione comunale per rendere agibile la scuola. Su richiesta del comitato spontaneo genitori, però, lavoreremo ancora di più per cercare di ridurre ulteriormente la percentuale di infortuni diffusa dall’Inail a livello nazionale. L’accorpamento si farà – concludono gli esponenti del Comune albenganese -: una grande vittoria, non per l’amministrazione, non per i genitori, ma per i nostri ragazzi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.