IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga: al fortino per “spiare” i segreti dell’isola Gallinara foto

Albenga. Taglio del nastro per il museo multimediale dedicato alla Gallinara. Questa mattina alle ore 9.30, presso il Fortino cinquecentesco di Piazza Europa ad Albenga, si è svolta la cerimonia di inaugurazione del “Centro multimediale sulla Riserva Naturale Regionale dell’Isola Gallinara”, a cura della Regione Liguria e del Comune ingauno. Erano presenti l’Assessore all’Ambiente e allo Sviluppo Sostenibile della Regione Liguria Renata Briano, il Comandante della Capitaneria di Porto di Alassio Elisabetta Pierami, l’Architetto Maurizio Arnaldi (responsabile del progetto), il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, il Vice Sindaco Roberto Schneck, gli Assessori Eraldo Ciangherotti e Diego Distilo, i Consiglieri Comunali Mauro Aicardi, Manuel Barbo, Nicola J. Podio, Sergio Savoré.

Al primo piano del fortino, recentemente restaurato, è stato presentato al pubblico l’allestimento con numerose attrezzature multimediali quali video wall, schermi olografici, touch screen e pavimento interattivo, interamente dedicati a storia, cultura, ambienti terrestre e marino dell’Isola Gallinara, Riserva Regionale sin dal 1989. Un’apparecchiatura all’avanguardia, integrata dalla società Tecno World Group Srl, che nei prossimi mesi sarà ulteriormente potenziata e migliorata, al quale è affiancata una serie di pannelli tematici sulle principali emergenze dell’isola e dei suoi fondali, adeguatamente illuminati con luce radente e arricchiti di monitor a schermo piatto, che completano il percorso di visita.

Grande soddisfazione da parte dell’amministrazione comunale. “Questo fortino, nato come fortezza per difendersi dagli assalti dei Saraceni, oggi si apre verso il mare – ha dichiarato il Vice Sindaco Schneck – Ci troviamo a completare terza fase dell’opera di ristrutturazione e recupero del Fortino cinquecentesco di Albenga, iniziata con la Giunta Zunino e proseguita da chi ci ha preceduto e dalla nostra amministrazione. Si tratta di un museo dalle grandi potenzialità, che vanno senza dubbio sfruttate, a cominciare dalle torrette, con inoltre la possibilità di installare una webcam in diretto contatto con l’isola Gallinara. Attraverso la gestione da parte di personale specializzato, messo in sinergia con gli altri parchi regionali, avremo l’opportunità di potenziare e sviluppare il centro multimediale, a realizzazione del quarto step del progetto”.

“Oggi è l’occasione per celebrare un traguardo importante, l’inaugurazione del centro multimediale dedicato all’Isola Gallinara, bellezza naturale dal valore inestimabile – ha aggiunto il Sindaco di Albenga Rosy Guarnieri – e anche per fissare un punto di incontro tra Comune di Albenga e Regione Liguria per convincere la proprietà privata ad aprire l’Isola alle visite. Come già annunciato più volte pubblicamente, non vogliamo sottrarre al cittadino queste meraviglie, e nei prossimi mesi valuteremo insieme all’ente regionale come convincere il privato a venire incontro alle nostre richieste. Sono certa che saremo in grado di trovare un accordo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. G.B. Cepollina
    Scritto da G.B. Cepollina

    Per la precisione il fortino non fu acquistato dal Comune di Albenga ma donato dal Comune di Loano che ne era entrato in possesso per un lascito.

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Nella foga di sgraffignare i meriti…non vi sarete per caso dimenticati di invitare il vero realizzatore dell’opera?.. Chi ideo’, acquistò il fortino, finanzio’ e realizzò tale importante opera di cui la cittadinanza puo’ godere? …Antonello Tabbò. …Colui che nemmeno è stato invitato all’inaugurazione. Forse il manualetto del erfetto legaiolo non prevede tale forma di rispetto e di (quantomeno) educazione?…
    Complimenti.