IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, accorpamento medie: il sindaco replica al Comitato genitori, “sicurezza nostra priorità”

Più informazioni su

Albenga. Dopo la dura presa di posizione del Comitato dei genitori è arrivata puntuale la risposta del sindaco di Albenga Rosy Guarnieri, che sull’accorpamento delle scuole medie ingaune ha così precisato la posizione del Comune: “Non intendiamo replicare alle polemiche strumentali di chiara matrice politica e partitica, spesso convogliate dall’ex vice sindaco e attuale vice segretario provinciale del Pd Franco Vazio, che da tempo minaccia di presentare ricorsi, esposti e altre carte bollate. La buona politica insegna che a vincere non devono essere le prese di posizione personali, ma il buon senso, e la sicurezza dei ragazzi che frequentano ogni plesso scolastico deve essere la priorità”.

“Il progetto, assegnato ad un tecnico preciso e rigoroso, il perito industriale Marchi, risponde appieno a tutti gli obblighi per la sicurezza del plesso scolastico”, prosegue la Guarnieri, “e il tecnico si è spinto oltre, prevedendo, in più step, non solo le scale di sicurezza con spazi calmi antincendio, adeguati al numero degli alunni, ma anche la trasformazione dell’ascensore per disabili in ascensore antincendio, che abbiamo intenzione di realizzare già nella prima fase dei lavori. Le gare di appalto hanno prodotto un ribasso d’asta considerevole, e l’Amministrazione vuole non solo garantire l’obbligo di legge, ma persino aumentare le condizioni di sicurezza”.

“A coloro che stanno cercando con ogni mezzo di impedire questo accorpamento per interessi non troppo nobili, con un clamore più mediatico che reale, vorrei far notare che l’amministrazione, che ha esposto il progetto nella Sala del Consiglio comunale da oltre un mese, ad oggi non ha ancora ricevuto alcuna richiesta di incontro al riguardo. Con la sola eccezione di qualche genitore, che per puro caso ha chiesto alcune delucidazioni in modo pacato e cortese, nessuno ci ha contattato per avere informazioni sul progetto e presentare le proprie perplessità. Gli stessi consiglieri di minoranza, in sede di Consiglio comunale, non hanno posto l’argomento all’ordine del giorno, né presentato mozioni o interrogazioni, né richiesto la convocazione di una seduta in merito, né fissato un appuntamento con membri di giunta o maggioranza. Ciò dimostra che questa polemica è frutto di pura propaganda politica. I lavori sono stati posti in gara e saranno realizzati prima dell’apertura delle scuole, e il mio ufficio rimane aperto, tutti i giorni, per tutti coloro che vogliano prendere visione di documenti o acquisire informazioni al riguardo”, conclude il sindaco di Albenga.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Albium Ingaunum

    Sulle piste ciclabili di Albenga li mandano? O direttamente verso il pronto soccorso?

    La struttura non è adeguata a un numero così alto di studenti lo volete capire

  2. A lbenga
    Scritto da A lbenga

    l’unico motivo per cui è brava è che risponde direttamente lei, dopo che si è resa conto del danno che le ha dato il suo consigliere delegato Ing.Podio..,per il resto mi sembra che si arrampichi sugli specchi non cita minimamente la necessaria autorizzazione dei vigli del fuoco che a quanto scriveva il comitato genitori non ci sarebbe…!! io c’ero al cinema ambra quella sera e ricordo molto bene che era stato dichiarato che il progetto era stato approvato dai vigili del fuoco. Quindi ha mentito.

  3. marty74
    Scritto da martinamilani

    Brava Rosy! E quelli preoccupati per i figli che dovranno fare più strada per arrivare a scuola, seguano l’esempio del PD e mandino i ragazzi in bicicletta!