IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, accorpamento medie: il sindaco Guarnieri e il consigliere Plodio replicano al Comitato Genitori

Più informazioni su

Albenga. “Prendiamo atto con piacere che, stando alle loro ultime dichiarazioni, il Comitato Spontaneo dei Genitori, indipendentemente dalla sua ideologia politica, intende portare avanti le istanze di sicurezza delle scuole e diritto all’istruzione: su questo fronte, sul quale non può e non deve sussistere alcuna distinzione politica, non possiamo che essere tutti concordi, perché la sicurezza e i diritti dei ragazzi sono la nostra priorità. Proprio in ragione di questo proposito, l’amministrazione sta investendo ingenti somme, affinché gli alunni, a differenza che in passato, possano frequentare un plesso scolastico finalmente dichiarato sicuro”. Così dichiarano il sindaco di Albenga Rosy Guarnieri e il consigliere con delega all’istruzione Nicola Plodio, in risposta alle affermazioni del Comitato Spontaneo dei Genitori in merito al progetto di accorpamento delle scuole medie.

“Non è veritiero affermare che l’amministrazione abbia deciso di incontrare tale comitato solo in questi giorni – proseguono – e con grande amarezza dobbiamo prendere atto della scorrettezza intellettuale del signor Sergio De Andreis, al quale più volte è stato rivolto l’invito per un incontro, dallo stesso sempre disatteso. Dopo ripetuti interventi a mezzo stampa privi di firma o di riferimenti, che hanno contribuito a gettare un alone di mistero sull’anonimo comitato abbiamo potuto prendere contatti con il loro rappresentante solo dopo essere venuti a conoscenza di un nome, di un cognome e di un recapito telefonico di un loro rappresentante, che ha presentato una richiesta di occupazione di suolo pubblico al Comune di Albenga: così abbiamo immediatamente preso contatti con lui e ribadito la volontà dell’Amministrazione di incontrare il comitato, talmente spontaneo che se ne conoscono solo tre componenti: Federica Lanteri, Sergio De Andreis ed Emanuele Lo Gioco”.

“Se l’obiettivo comune è quello di garantire il diritto all’istruzione, dalla scuola primaria all’università, abbiamo dimostrato ampiamente la nostra buona volontà con l’intervento effettuato, con esito positivo, perché non venissero sospese le classi del Liceo – notano ancora – Ci siamo battuti, ci battiamo e ci batteremo sempre perché a tutti sia riconosciuto questo diritto e perché i ragazzi possano usufruire di una edilizia scolastica adeguata allo svolgimento degli indirizzi formativi. A conferma dei nostri buoni propositi, e dello spirito collaborativo da noi da sempre espresso, venerdì saremo in piazza con il comitato, per ascoltare le sue proposte, considerato che ad oggi non ci è stato possibile acquisirle”.

“Molti genitori, non coinvolti politicamente, non indirizzati dai partiti, non trascinati in una polemica di dubbia natura e dai toni contraddittori, condividono l’operato dell’Amministrazione: siamo pronti a dimostrare a tutti, con i dati e con i fatti, che questa iniziativa (confezionata ancor prima del nostro insediamento, e da noi ereditata) rappresenta una grande opportunità per le scuole del territorio e per i nostri ragazzi” concludono Rosy Guarnieri e Nicola Podio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.