IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aereo precipita nei boschi di Cairo Montenotte: tre vittime, aperta un’inchiesta foto

Più informazioni su

Cairo Montenotte. E’ di tre morti il bilancio dell’incidente aereo avvenuto poco dopo mezzogiorno nei boschi di Cairo Montenotte, in località Cascinazza, nei pressi del cippo napoleonico. Marito e moglie di nazionalità francese erano a bordo dell’aeromobile insieme al pilota, partiti da Cannes e diretti a Voghera. Si tratta di Bernard Talon, di 63 anni, originario di Amboise, di Marie Feldbruggen Talon, di 62, originaria di Brest, e Charles Ossola, di 48, originario di Nancy.

Il velivolo monoelica (un Cirrus SR 20 marche LX-MPR) è precipitato nella macchia boschiva, dove una squadra interforze ha recuperato i cadaveri, operazione resa complicata dalle caratteristiche impervie della zona.

Lo schianto è avvenuto intorno alle 12,15. A dare l’allarme è stato un escursionista che ha visto l’aereo volare molto basso e poi cadere nella vegetazione. Nessuno scampo per i tre occupanti, ritrovati tra le lamiere accartocciate. Sul posto sono operativi carabinieri della compagnia di Cairo, 118, Croce Bianca di Pontinvrea, uomini della Forestale e tecnici del Soccorso alpino, elisoccorso e vigili del fuoco.

La scarsissima visibilità, con densi banchi di nebbia nella zona tra Cairo e Pontinvrea, sarebbe la causa determinante della caduta. La Procura della Repubblica di Savona (con il sostituto Alessandra Coccoli) ha aperto un’inchiesta sull’accaduto, mentre l’area dell’incidente è stata sottoposta a sequestro. L’indagine verificherà se l’aereo fosse idoneo e in sicurezza ad un volo sulla dorsale appenninica dalla Costa Azzurra al Nord Est italiano.

Il velivolo da turismo si è schiantato a un’altezza di 700 metri sul livello del mare, dopo aver perso quota. L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha inviato un proprio investigatore nella zona di Cairo per svolgere un primo sopralluogo operativo sulla scena dello schianto. I soccorsi avevano chiesto l’invio di un elicottero dei carabinieri di stanza a Villanova d’Albenga che però non è decollato a causa della fitta nebbia, che appunto probabilmente è all’origine della sciagura. Le salme sono a disposizione dell’autorità giudiziaria, che nelle prossime ore ne disporrà l’autopsia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.