IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tifoso disabile alla Coppa Len: scuse e precisazioni dalla Rari Nantes

Savona. Scuse con precisazioni da parte della Rari Nantes Savona nei confronti di Bartolomeo, il giovane savonese con disabilità che non si è potuto godere la finale di Coppa Len alla piscina “Zanelli” per problemi con l’ascensore e per il posizionamento lontano dalla vasca, con scarsa visuale.

“Ci dispiace infinitamente per quanto accaduto a Bartolomeo, stante la grande disponibilità da sempre mostrata con i fatti verso i diversamente abili, da parte della Rari Nantes Savona e saremo veramente lieti di averlo nostro ospite alla prossima partita di finale scudetto” dicono dalla società.

Poi le puntualizzazioni: “Non risponde assolutamente al vero l’affermazione che l’ascensore fosse rotto da giorni. I documenti evidenziano che il giorno precedente l’evento, era regolarmente intervenuta la ditta incaricata della manutenzione e aveva provveduto a eliminare un guasto che si era manifestato nei giorni precedenti. La sera dell’incontro l’ascensore era attivo. Al termine della salita la porta dell’ascensore, sita sul piano delle tribune, non si è aperta e il personale Rari, prontamente intervenuto, ha provveduto a far uscire gli utenti. A fronte di questa situazione, per evitare inconvenienti analoghi, i dirigenti della Rari hanno deciso di non utilizzare ulteriormente l’ascensore e di allocare i diversamente abili, per i quali non era possibile il trasporto manuale in tribuna, sul piano vasca”.

“L’allocazione a piano vasca, non prevista, ha imposto la scelta del luogo più idoneo, senza che questo facesse venire meno la piena funzionalità delle uscite di sicurezza, dove, prima che gli addetti Rari alla logistica potessero intervenire, si era messo erroneamente il diversamente abile – prosegue la Rari Nantes – Valutata la non corretta visione dall’unica zona libera sul piano vasca, lato tribuna, Bartolomeo, unitamente al padre, è stato accompagnato sul lato opposto, dietro lo schermo, dove si ritiene abbiamo potuto vedere la partita nel migliore dei modi, avendo la stessa prospettiva della giuria e degli allenatori”.

“Fatte queste doverose precisazioni, ribadiamo le nostre scuse per un inconveniente non dipendente dalla nostra volontà e ci auguriamo di vedere Bartolomeo, in piscina, a tifare ancora per la Rari” sottolineano dalla Rari Nantes.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.