IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Si finge allevatore di cani “guida” e di cocker, ma intasca gli acconti per i cuccioli e fugge: condannato

Valbormida. Si fingeva un allevatore di cani. Presentandosi come tale aveva preso accordi con una addestratrice per la vendita di dieci cuccioli, che sarebbero stati a Piana Crixia, da addestrare come cani “guida” per non vedenti. La donna (B.E.) inoltre era stata convinta ad iscirversi ad una associazione di volontari, la “Ecoby”, che in realtà non esisteva. L’uomo, Luigi De Vincenzo, 49 anni, per trarre in inganno l’addestratrice aveva anche mostrato documentazione falsa sull’associazione. La donna si era così convinta, nell’ottobre 2007, a versargli un acconto di 1500 euro sull’acquisto dei cuccioli e 300 euro per l’iscrizione alla camera di commercio.

Pochi mesi dopo, nel dicembre del 2007, aveva invece fatto credere, tramite un annuncio sugli affari, di possedere un allevamento di cani a Firenze che trattava anche cuccioli di cocker spaniel. Il fantomatico allevatore aveva così preso accordi con un acquirente di Cairo (S.V.) interessato ad un cucciolo di due mesi di cocker. L’uomo aveva versato un acconto da 200 euro. In entrambi i casi, ovviamente, l’allevatore dopo aver intascato i soldi non aveva mantenuto le promesse: insomma dei cuccioli nemmeno l’ombra. Questa mattina De vincenzo è stato quindi condannato ad un anno di reclusione e 200 euro di multa per truffa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.