IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Pdl “guadagna” 6 consiglieri. Vacca: “Correzione tempestiva, ora aspettiamo la giunta”

Savona. Con la correzione della distribuzione dei seggi all’interno del Consiglio comunale savonese, il Pdl si aggiudica l’entrata del sesto consigliere nel parlamentino cittadino.

“Avevamo segnalato giorni fa un possibile errore e siamo contenti che sia stata fatta una correzione tempestiva – dice il coordinatore provinciale Pdl, Santiago Vacca – E’ la conferma che le persone preposte a questo scopo siano capaci e attente, ma ne eravano certi. Ora il Pdl ha i suoi sei consiglieri, pronti a fare opposizione”.

“Al contrario, la lentezza nella composizione della giunta del Berruti-bis, ci conferma quello che sapevamo già, ossia che il sindaco ha dato vita ad una macchina elettorale in grado di farlo vincere ma non ad una macchina amministrativa in grado di governare in armonia – prosegue Vacca – Quasi tutti i Comuni interessati da questa tornata elettorale hanno pronti nomi e deleghe mentre Savona è in alto mare, non sa dove piazzare Sel, Udc e tutta l’accozzaglia di movimenti che non sono in grado di dialogare fra loro e che rivendicano poltrone. Noi certamente ci aspettavamo di più da questa tornatra elettorale: spiace che i savonesi non abbiano capito la nostra volontà di rinnovamento e l’incapacità di Berruti di interpretare le necessità della città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Eva
    Scritto da Eva

    Sono ancora in perfetta sintonia con Hi-Tech e anche con Remo. Vacca e’ un arrogante,che definisce noi savonesi , gente ottusa, “dura di comprendonio”, non in grado di saper votare !!!! Mi da’ anche molto fastidio leggere che definisce ACCOZZAGLIA, gli altri partiti (’accozzaglia di movimenti che non sono in grado di dialogare fra loro e che rivendicano poltrone). Il trermine e’ in se’ molto dispregiativo ed evoca una massa disordinata di persone SPREGEVOLI!! Secondo il Vacca -pensiero, nessuno si salva!!!! Sbaglio o anche Vacca, dimostra di essere molto “abbarbicato” alla sua poltrona????!!

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Grazie Eva:-) …
    Remo ed Eva@ la cosa tragicomica è sentir, anche se in maniera indiretta, etichettare come duri di comprendonio e chissà quale altro intento classificatorio, il popolo savonese da parte di chi?….di un prtemio Nobel della politica o di un premio Pulizer del giornalismo…? No!… da parte del Sig. Santiago Vacca, coordinatore locale del Pdl.
    La presuntuosa analisi politica metropolitana post-bastonata proviene dal sindaco di New York, Bloomberg? o di quello di Tokyo, Ishihara?…no da quello di Borghetto Santo Spirito….
    Non dico altro… :-)

  3. remo
    Scritto da remo

    Credo che i dirigenti del PDL dovrebbero rivedere un po’ il loro punto di vista sugli elettori degli schieramenti avversi. Questo modo di commentare i risultati considerando gli avversari dei deficienti o, nella migliore delle ipotesi, gente che non capisce niente, in maniera palese come di recente ha fatto il Gran Capo, o in modo più soft, come nelle dichiarazioni di questo articolo, sono sintomo di un modo di pensare che non contempla posizioni diverse dalle loro. E se invece i cittadini cominciassero a capire veramente?

  4. Eva
    Scritto da Eva

    Le tue considerazioni, hi-tech sono molto concrete, intelligenti e le condivido “in toto”!!!! Hai letto l’intervista di Zunino, candidato sindaco di Spotorno, pubblicata nell’ultimo numero di Trucioli Savonesi??? E’ veramente interessante e significativa!!!!!

  5. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Per una volta approvo Gambaretto aggiungendo che la tua asserzione è tanto valida quanto utopica: il PdL sia savonese che nazionale non ha grandi possibilità di rinnovamento.
    Non esiste alcun moto propulsivo interno di un certo peso che possa ricondurre l’aggregato pidiellino (chiamarlo partito mi pare davvero elargitivo..) entro i canoni di un vero partito popolare. Non lo è e non ha vocazione per poterlo essere.
    Gli animi piu’ critici all’interno e con qualche ricordo della vera politica moderata, non hanno piu’ il coraggio di dire quello che pensano e non hanno nemmeno la forza di coesione, tale da consentir loro di formare una sorta di corrente di rinnovamento.
    Troppi sono gli interessi “trasversali” e le compromissioni.
    Anche i migliori propositi restano imbrigliati nella melassa berlusconiana.
    Dovrai fartene una ragione, ragazzo di buone speranze.