IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Pd: “Il Pdl non ha leader, ha solo padroni. I grillini? Ruota di scorta del berlusconismo”

Savona. “Pare che il comizio di D´Alema abbia suscitato sentimenti forti. Di ciò ne siamo contenti. Vuol dire che ha colpito nel segno e ha lasciato anche un po´ di graffi”: lo si legge in una nota del Pd savonese che si rivolge ai propri avversari politici che hanno criticato le parole che D’Alema ha rivolto a Scajola facendo riferimento alla vicenda della casa romana con vista sul Colosseo.

“Gli zelanti pretoriani di Scajola, Vaccarezza, Scandroglio e Cassinelli, si sono affrettati a difendere il loro ‘caro leader’ – si legge nella nota del Pd – Tutto questo fervore è la plateale dimostrazione di quello che D´Alema ha detto in piazza. Il Pdl non ha un capo, ha un proprietario: Berlusconi a Roma e Scajola in Liguria. Agli altri non rimane che una scelta: obbedire disciplinatamente (come ha fatto Marson accettando una candidatura che non voleva) o fare a gara a chi si genuflette prima davanti al capo, come è puntualmente accaduto anche in questa occasione. Non è solo triste, è il declino del significato stesso della parola democrazia. Per fortuna le elezioni savonesi possono essere il detonatore per far implodere definitivamente questo sistema di tipo feudale”.

Poi, una stoccata anche al Movimento 5 Stelle: “Quanto ai Grillini ci pare che il riferimento a Sandro Pertini e ai valori dell´antifascismo savonese da parte di Milena Debenedetti siano quanto meno fuori luogo. Mai Pertini o un qualunque protagonista della cultura antifascista avrebbe consentito con il proprio voto di favorire la destra, come i grillini hanno fatto in Piemonte, contribuendo in modo decisivo alla vittoria della Lega e di Cota e come purtroppo rischiano di fare a anche a Milano. La verità è che la grande (e presunta) rivoluzione antipolitica di Grillo parte con la volontà di cambiare tutto e poi, più modestamente, finisce per essere la ruota di scorta del berlusconismo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da mamma critica

    grazie dei complimenti ragazzi, sto studiando molto l’argomento ambiente per documentarmi e sapere che cosa dico e contrastarli a ragion veduta
    ma ci credete che mi piange il cuore? io nella sinistra ci credevo e ci ho sempre creduto
    ma non nego che a savona e vado – e non solo , in italia ci sono altri illustri esempi di connessione ai poteri forti – si stanno superando in cecita’, miopia e strabismo….
    peccato davvero, dovrebbero essere il partito del popolo, dei lavoratori, dei diritti, della democrazia, della tutela delle cose belle e degli ideali, ….invece mi sa che il soldino e il careghino gli piacciano un po’ troppo…..peccato
    e poi c’e’ un ‘ altra cosa che non capisco. vai sul loro sito e leggi paroloni impegnativi, “rinnovabili, sviluppo sostenibile, tutela dei beni comuni (aria?), green economy ecc” e per noi prevedono solo ed esclusivamente carbone, forse che siamo stati cattivi e fanno come la befana? ma quella viene solo il 6 gennaio, noi ci respiriamo TUTTI I GIORNI LE POLVERI FINI ED ALTRA FINI DI un milione e mezzo di tonnellate di carbone bruciate ogni anno…..e i relativi inquinanti………che siano o non siano a norma di legge, sono una quantita’ INDUSTRIALE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  2. Sally De Vasquez
    Scritto da Sally De Vasquez

    anch’io non aggiungo altro perchè mamma critica ha detto tutto….brava! Viva la mamma!

  3. Scritto da Mak 89

    Il PD farebbe bene a imparare la matematica e la logica,due concetti a loro sconosciuti e smetterla di ripetere frasi qualunquiste a pappagallo imbeccategli dai loro capi…

    “Mercedes Bresso nel 2005 ha raccolto 1.226.355 voti, nel 2010 ne ha raccolti 1.033.946, la differenza è di 192.409 voti. Cota ha avuto 1.043.318 voti. Il Movimento 5 Stelle ne ha raccolti 90.086. Anche volendo affermare che i voti del M5S sarebbero stati tutti voti della Bresso, rimane la domanda: dove sono finiti gli altri circa 100mila voti con cui avrebbe vinto? Alla Lega, all’astensione? Che ci si assuma le proprie responsabilità”.

    E le responsabilità del PD sono il voler fare la TAV,il voler disboscare i parchi regionali (proposta Bresso),gli inceneritori (Fassino e Chiamparino),spartirsi i soldi pubblici alla faccia dei cittadini,ecc. tanto che quando i consiglieri del M5S hanno fatto una proposta di legge di riduzione degli stipendi,quelli del PD li hanno presi a calci e pugni…molto democratici…
    ci sono i video

    Amen

  4. Scritto da massimo scabbia

    Uhm…non so se ridere a crepapelle…o preoccuparmi per il PD e per i Savonesi che potrebbero correre il rischio di vedersi guidati da un Sindaco che non sa nemmeno far di conto…o non ha l’onestà intellettuale per dire le cose come stanno…quindi…statene doppiamente alla larga…

    Piemonte, regionali…: il PD ha perso in 7 province su 8 perché la Bresso ha avuto la presunzione di portare a casa il bottino pieno dimenticandosi delle periferie, ovvero con Torino in pugno pensava di averla vinta anche questa volta contro PDL/Lega…peccato che nelle altre province, dal pso specifico minore, il PD abbia perso con distacchi del 15-20%…Errore di valutazione numero uno, pre-elettorale…

    Errore di valutazione numero due, post-elettorale (a buoi scappati…), in cui cadono molti PDini non forti in matematica, o intellettualmente disonesti. Assioma (o ci provano a farlo passare per tale) “il PD ha perso per colpa del MoVimento 5 Stelle”… Peccato che il PD abbia perso 200.000 voti dalle precendente tornata elettorale, che il MoVimento 5 Stelle abbia preso 90.000 voti ed il PD abbia perso per 9000…

    Ovvero 4 x 2 = 5… I conti non tornano.

    Circa la paura di far vincere l’altro, il diverso, l’uomo nero…penso che siamo, e che tutti i savonesi siano, sufficientemente adulti per non credervi…in una competizione elettorale vince chi becca più voti. Che poi è il sale della democrazia. Il PD vorrebbe stravolgere questo concetto basilare…? E che allora tolga la “D” dal proprio acronimo e mentre lo fa, si vada a guadagnare la stima e il voto dell’elettorato.

    Vinca il “migliore” (che poi è quello che prende più voti) e possibilmente che sappia far di conto…

    Auguri ai Savonesi.

    Un simpatizzante del MoVimento 5 Stelle Cuneese

    P.S.: ChiefTyrol…hai ragione…..

  5. Scritto da Mak 89

    Cari giornalisti di IVG, pubblicate i commenti, non c’è bisogno di censurare…