IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, appello di Comune e Enpa contro i maltrattamenti e gli abbandoni estivi

Savona. Comune e Guardie Zoofile provinciali dell’Enpa insieme per difendere i nostri amici a quattro zampe: è questa la sostanza di un accordo che prevede azioni di prevenzione contro maltrattamenti e abbandoni. Il primo è un appello a non lasciare i cani lasciati chiusi all’interno di auto, ora che cominciano i primi caldi. L’Assessore all’ambiente del Comune di Savona, Jorg Costantino, ha infatti deciso di coordinare una azione di controllo preventivo che vedrà operare in sinergia i Vigili Urbani del Comune e le Guardie Zoofile della Protezione Animali.

Verranno effettuati pattugliamenti nelle zone assolate, soprattutto dei lungomari nel territorio comunale di Savona da parte della Polizia Municipale, e delle strade ed autostrade in Riviera ad opera delle guardie zoofile dell’Enpa, in particolare nel periodo che va dal 1 giugno 2011 al 30 settembre 2011. Lasciare un cane chiuso in macchina o a catena senza riparo significa commettere un reato punito pesantemente dalla legge, e in caso di pericolo di vita per la bestiola gli agenti di vigilanza provvederanno senza indugio a rompere il vetro del finestrino e far uscire l’animale.

L’Enpa ricorda alcune regole base: nei giorni di afa gli animali devono avere sempre acqua fresca a disposizione. Va fatta attenzione però a non somministrare acqua fredda di frigorifero: basta l’acqua del rubinetto. In caso di problemi legati al caldo è importante bagnare la testa dell’animale, stando attenti a non fare entrare acqua nelle orecchie: si rischiano fastidiose otiti. Per i gatti, il rischio di colpo di calore è ridotto: ma non bisogna chiuderli in macchina o al sole né costringerli a stare in ambienti senza sufficiente areazione; anch’essi devono sempre avere a disposizione acqua fresca. Attenzione anche all’alimentazione: occorre evitare – sia per i cani che per i gatti – bruschi cambi di alimentazione, mentre è meglio somministrare i pasti nelle ore fresche, al mattino e la sera tardi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.