IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, accusato di spaccio: Igor Barbino torna a casa, concessi i domiciliari

Savona. E’ tornato a casa Igor Barbino, il trentasettenne savonese, rappresentante di commercio, che a fine aprile, dopo che il 7 dicembre scorso era stato arrestato dalla polizia al casello di Genova Aeroporto perché nascondeva in auto cinquanta grammi di cocaina purissima, era finito nuovamente in manette in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per un’altra vicenda di droga. L’uomo, assistito dall’avvocato Cristiano Angelini, ha infatti ottenuto gli arresti domiciliari.

Per il secondo arresto, nelle diciassette pagine del provvedimento di custodia cautelare, gli venivano contestati una serie di viaggi in Piemonte dove sarebbe andato a procurarsi imprecisati quantitativi di cocaina. Gli episodi sarebbero tutti precedenti al dicembre dello scorso anno quando Barbino era stato a Genova mentre era a bordo di un’auto nella quale trasportava mezz’etto di cocaina. Intanto il 10 maggio il Riesame dovrà pronunciarsi in merito alla richiesta del legale del 37enne che chiede dei permessi per potersi recare al lavoro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da barbi

    Siete due veri geni sapete proprio come funziona la legge !!!

  2. pirata
    Scritto da pirata

    In vista della bella stagione, con i permessi potrà nuovamente mettersi a viaggiare e di conseguenza “commerciare”!!! Con 50 grammi e svariati “viaggi” è già a casa, che schifo!!!

  3. Bandito
    Scritto da Bandito

    Spero che il giudice non sia della Savona che conta, e non permetta a Barabino di riprendere il suo lavoro di commerciante.