IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rifiuti, assemblea ATO su discarica e tariffe. Marson: “Berruti non sa quello che dice…”

Provincia. Il tema dei rifiuti nel savonese così come il progetto di ampliamento della discarica del Boscaccio a Vado Ligure saranno al centro dell’assemblea provinciale dell’ATO in programma giovedì mattina, alle ore 11, presso la Provincia di Savona. I comuni del savonese dovranno esprimersi sulla proposta progettuale che verrà formulata dalla società Ecosavona che ha redatto le integrazioni richieste dalla Regione sul progetto di ampliamento del sito vadese, che darà autonomia alla discarica per altri dieci anni.

Provincia ed Ecosavona presenteranno anche le linee guida sugli investimenti necessari per ridurre le tariffe, come l’impianto di trattamento della frazione umida, previsto sempre nella discarica del Boscaccio. “La Provincia presenterà una informativa sulla base del lavoro svolto in questi due anni con la società Ecosavona, con l’obiettivo di avere una discarica funzionante e autonoma, oltre ad un nuovo piano tariffario, più economico, con l’impianto di trattamento della frazione umida” afferma l’assessore provinciale Paolo Marson.

Quanto alle critiche espresse dal sindaco di Savona Federico Berruti: “Prima ha chiuso Cima Montà e poi ha speso un sacco di soldi pubblici per una progettazione inutile come un possibile nuovo impianto a Passeggi. Il sindaco Berruti si è sempre dimostrato incompetente in tema di rifiuti e discariche, dice semplicemente quello che gli altri gli dicono di dire, sbagliando…La soluzione vera per il territorio savonese è quella che verrà illustrata nell’assemblea ATO” conclude Marson.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Carlo M.
    Scritto da Carlo M.

    A Bolzano (Alto Adige, quasi Austria) il termovalorizzatore è situato in città. Funziona perfettamente e i controlli sono severi. A Napoli il termovalorizzatore non c’è e neppure ombra di controlli. Farei retorica in altri settori.

  2. Scritto da Paolo

    Per legge le discariche devono essere l’ultimo punto del ciclo di gestione dei rifiuti, dopo riduzione, riciclaggio e recupero energetico.
    Invece qui le istituzioni litigano per poter fare una discarica per ciascuna.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Dillo.. dillo..!…. Marson….. che prima o poi un bel fornetto inceneritore ce lo piazzerai nel savonese…! EH?