IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Rally due Bormida 30: Maurizio Ferrecchi allunga su Manuel De Micheli

Millesimo. Bis di Ferrecchi e Florean su Citroên C4 Wrc nella seconda prova speciale, la “Santa Giulia” di 12,9 km. L’ex campione europeo, nonostante si sia girato e la vettura si sia spenta, conferma la superiorità del proprio mezzo vincendo la prova e staccando di 3”1 i rivali De Micheli – Michi (Peugeot 207 Super 2000).

Terzo tempo per Ameglio – Marinotto (Peugeot 206 S1600), a 8”5, quarto per la 207 S2000 di Gino – Ravera, a 9”0, e quinto per Aragno – Gangi (Renault Clio S1600), staccati di 12”1. Garra – Torterolo (Renault New Clio) sono sesti e ancora primi di gruppo R. Subito dietro di loro Delbono – Assandri (Renault Clio Williams), ancora primi tra le vetture di scaduta omologazione e, al decimo posto, Iacomini – Actite (Subaru Impreza Sti), nuovamente i più veloci in Produzione. Pavani – Boattini (Clio Rs) sono, invece, i più veloci tra le due ruote motrici di gruppo N.

Dopo la seconda prova speciale Ferrecchi ha 16”2 di vantaggio su De Micheli, Gino è terzo a 16”0 e precede Aragno e Ameglio, rispettivamente con un distacco di 31”7 e 33”4 da Ferrecchi. Settima posizione e leadership in gruppo R per Garra, ottava per Del Bono, che è primo tra le scadute di omologazione, e decima posizione assoluta per Iacomini, che guida in gruppo N. Amerio conserva il primato nelle due ruote motrici di Produzione.

Grande soddisfazione tra i partecipanti al riordino di Carcare e consensi unanimi per la speciale “Santa Giulia”, un misto veloce molto guidato ed esaltante. “Sono molto soddisfatto della vettura, che è un missile – ha dichiarato Ferrecchi -. Nella ps mi sono girato: evidentemente, la C4 non vuole ancora che le dia del tu, solo del lei…”.

“Bella la seconda ps ma troppo sporca nel tratto finale” ha affermato De Micheli. “C’è troppa salita e, a metà della prima prova, ho fatto un dritto che mi è costato parecchi secondi” è invece l’impressione di Ameglio.

“Con tutta questa salita – ha spiegato Aragno – è difficile avvicinare la 207 S2000 di Gino”. Poco soddisfatto Garra: “Va bene ma l’assetto della mia vettura è troppo morbido”. Nemmeno Condrò è contento: “Il motore è nuovo ma freni e cambio mi creano troppi problemi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.