IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio alle Manie, la 65enne uccisa con 3 colpi di accetta in testa: fermato l’ex giardiniere

Finale L. Tre violentissimi colpi di accetta sulla testa. Così è stata assassinata questa mattina Rosanna Piattino, 65 anni, all’interno del campeggio “San Martino”, sulle alture finalesi. Ad ucciderla, dopo una banale discussione, è stato Matteo Giordano, ex dipendente 89enne della struttura (dove per circa 30 anni aveva fatto il giardiniere). Per la donna, che ha subito delle lesioni gravissime al cranio, non c’è stato nulla da fare. I primi ad intervenire sul luogo della tragedia sono stati i proprietari del camping, marito e moglie: la vittima è la suocera del titolare della struttura.

Delle indagini si stanno occupando i carabinieri che avrebbero quindi già fermato l’assassino (che secondo indiscrezioni si sarebbe comunque costituito). L’uomo, che sarebbe incensurato, aveva dato negli ultimi tempi segni di squilibrio che molti avrebbero però attribuito all’età avanzata. Sulla scena del feroce delitto stanno lavorando i militari del Nucleo Operativo di Savona. Gli investigatori in questo momento stanno interrogando i titolari del “San Martino” per ricostruire l’accaduto. I carabinieri non hanno voluto, per ora, fornire ulteriori dettagli. Sembra accertato però che a scatenare la furia omicida sia stata una discussione per futili motivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.