IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo parlamentino savonese: 20 consiglieri pro-Berruti, 13 all’opposizione

Savona. Il nuovo Consiglio comunale sarà composto da 20 esponenti pro-Berruti (10 del Pd, 2 ciascuno per Udc, Federazione Sinistra, tre Lista Berruti, uno di Idv, Sel e Psi), salvo lievi cambiamenti dell’ultimo minuto.

Più definita la situazione nei banchi dell’opposizione. I consiglieri saranno tredici: 7 del Pdl, 3 del Movimento 5 Stelle, uno a testa per Noi per Savona-Verdi, Lega Nord e Lista Marson.

I 10 esponenti Pd più votasti sono: Franco Lirosi (791 voti), Isabella Sorgini (443), Paolo Apicella (420), Ruggiero Basso (405), Luca Martino (384), Emilia Minetti (308), Giovanni Carlevarino (288), Carlo Frumento (257), Monica Nigro (194), Eleonora Arboscello (173).

I più votati dell’Udc sono Giuseppe Casalinuovo (361), Giampiero Aschiero (195); dell’Italia dei Valori, Christian Bagozzi (202), della Federazione della Sinistra Jorg Costantino e Franco Zunino, del Psi Marco Pozzo (317), di Sel Sergio Lugaro (185), della Lista Berruti Sara Vaggi (288).

Per l’opposizione, oltre ai candidati sondaci Marson e Pongiglione, i 13 più votati dei vari schieramenti sono: per il Pdl, Pietro Santi (927), Luigi Bussalai (323), Ileana Romagnoli (307), Livio Bracco (253), Alessandro Parino (229), Fausto Benvenuto (171); per il Movimento 5 Stelle Debenedetti, Delfino e Peroni; Noi per Savona-Verdi, Sara Pinelli (59); lista Marson, Paolo Prefumo (127); Lega Nord, Massimo Arecco (147).

Intanto, a non sedere in consiglio comunale sarà il partito più forte, ossia quelo degli astensionisti. L’affluenza alle urne si è ridotta leggermente rispetto a cinque anni fa, scendendo dal 69,21% al 68,66%.

I votanti sono stati 35 mila 625 contro i 36 mila 903 del 2006. Complessivamente, su 51 mila 882 potenziali elettori, più di 16 mila hanno preferito non votare. La percentuale di astensione ha superato il 31%.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Enrique

    i posti da consigliere sono 32 ma 20+13=33 si conta anche il scindico? Non credo, mah ?!?!

  2. Scritto da mamma critica

    adesso vediamo come li mette tutti d’accordo su cemento, carbone, inutile e dannosa per l’ambiente ed il turismo piattaforma maersk, ec, i punti caldi dove spesso e’ caduto l’asino………(e’ un proverbio popolare, non un riferimento……….)

    consiglio un cospicuo investimento in bacchette magiche

    auguri al buon senso, che finalmente prevalga…….ammesso che molti dei suddetti si siano ravveduti, e dimostrino finalmente di averne………

  3. folgore
    Scritto da folgore

    La cosa interessante è dopo tutti i proclami, dopo addirittura l’arrivo del capo in persona con la scusa di presentare un libro (o era l’opuscolo di tecnocasa) e le mire di essere l’ago della bilancia il terzo polo, la ventata di novità il risultato di FLI nel comune principale qual è?….1,4%, il doppio di Forza Nuova e PCL!!!
    Non c’è male per chi mirava ad attestarsi sul 15,0% a livello nazionale, in fondo hanno solo sbagliato di un posto nel mettere la virgola!

  4. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Pare che un 31% degli aventi diritto chieda di ridurre in numero dei centri burocratici …. o togliamo la Provincia … o si tolgono i Comuni ….
    L’eccessiva frammentazione del potere decisionale e’ causa di poca chiarezza.

    Ogni piccola entita’ amministrativa si sente nel diritto di legiferare … (forse lo sente come un dovere ….) in modo differente rispetto alle regole date dall’organo amministrativo di grado superiore ….. e questo crea solo imbarazzo e desiderio di minor autonomia … minor liberta’ per poter accedere nuovamente ai servizi disponibili.