IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Peroni fuori dal consiglio comunale, errore trascrizione voti. Movimento 5 Stelle: “Assurdo”

Savona. E’ andato a dormire da consigliere comunale e si è risvegliato da escluso, tagliato fuori dal parlamentino di Palazzo Sisto. La disavventura di Erminio Peroni, il terzo grillino che avrebbe dovuto sedere in assemblea consiliare, è distinta da un intoppo burocratico che ha attratto la furia degli attivisti del Movimento 5 Stelle.

I conteggi elettorali sono stati riformati all’ultimo minuto, sottraendo il posto in consiglio inizialmente attribuito a Peroni per assegnarlo poi a Fausto Benvenuto del Pdl. L’inghippo è rintracciabile in un errore di trascrizione nel verbale dell’ufficio elettorale centrale, che ha riportato il valore di 2961 voti per il movimento che candidava Milena Debenedetti, anziché 2691. Lo scambio di due numeri nella cifra, successivamente trascritto negli ulteriori verbali, ha consolidato l’errore.

I grillini però contestano non l’esito del riconteggio, che fa entrare in consiglio solo Milena Debenedetti e Andreino Delfino, quanto invece il metodo. Eric Festa, portavoce del movimento ispirato da Beppe Grillo, commenta: “A prescindere dal risultato finale, è assurdo che dopo otto giorni e sei riunioni l’ufficio elettorale arrivi a mettere una pezza su un errore clamoroso. E’ un modo assurdo e imperdonabile. La proclamazione degli eletti si è rivelata farsesca. Ci hanno consigliato di preparare una richiesta per accedere alla documentazione sull’assegnazione dei seggi e siamo riusciti a constatare le inesattezze dei verbali. Nel frattempo, però, la correzione dell’errore è stata fatta in maniera anomala dall’ufficio elettorale, che si è autoriconvocato dopo che era già decaduto, essendo per legge un organismo temporaneo”.

“Il discorso è sulla trasparenza, che è un beneficio per tutti i partiti – prosegue Festa – E’ anche paradossale che non siamo stati informati di nulla. Sarebbe stato quanto meno opportuno da parte del Comune o dall’ufficio elettorale far sapere quanto stava accadendo. Già è discutibile il fatto che ufficio elettorale si sia autoconvocato dopo che in realtà era già sciolto. Ma almeno ci doveva essere la chiarezza, anche nei confronti degli altri partiti che partecipavano alla competizione e indipendentemente dal risultato uscito dalle urne. Ancora adesso Peroni non ha ancora ricevuto alcuna comunicazione ufficiale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bandito
    Scritto da Bandito

    Siccome non posso credere che a Savonoski si facciano brogli elettorali per far entrare in consiglio un candidato PDL probabilmente si tratta veramente di un errore di trascrizione dei voti.

  2. peppeskywalker
    Scritto da peppeskywalker

    Oh ma solo a Savona succedono ste cose!!!!
    Siete la barzelletta d’Italia!
    UNa città ridicola di gente ridicola……..

  3. Scritto da policrystal

    Chissà quanti e quali errori sono stati commessi in tutto il paese, e chissà quante trascrizioni errate avvengono durante le elezioni nazionali…….
    Va già bene che i dilettanti della politica erano quelli del MoVimento.

    FORZA RAGAZZI!!!!!!!!

  4. Scritto da mamma critica

    iniziamo
    complimenti
    ragazzi, mutande di ferro, e rinforzate sul dietro, vi ostacoleranno in tutti i modi
    per gente come voi non c’e’ posto nel parlamentino dei careghini e degli inciucioni
    attenti agli altri due….guadatevi le spalle e procedete con prudenza………….

    buon lavoro a chi va controcorrente
    ciao

  5. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Ma questi amanuensi …. hanno ancora senso?
    Herman Hollerith (IBM) realizzo qualcosa di automatico per il censimento del 1890 ….
    Noi andiamo avanti con i lenzuoli da conservare poi gelosamente in magazzini (che paghiamo noi).
    E se si cominciasse a migliorare l’amministrazione dello Stato da queste procedure pasticciate?