IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Micro e piccole medie imprese a caccia di finanziamenti: soprattutto nel Savonese

Liguria. La Liguria terza regione in Italia per la crescita dei finanziamenti alle micro e piccole imprese. È quanto emerge dall’elaborazione dei dati della Banca d’Italia realizzata dall’Ufficio studi di Confartigianato.

A gennaio 2011 la crescita dei finanziamenti alle imprese con meno di 20 addetti è stata del 2,9% rispetto a giugno 2010. Tutte le regioni hanno registrato un segno più nel credito alle Mpi: la crescita maggiore si registra in Piemonte (+4,5%), Umbria (+4,2%) e Liguria (+4%). Fanalini di coda della classifica: Sardegna (+0,8%), Valle d’Aosta e Calabria (0,7%). In Liguria la variazione registrata tra giugno 2010 e gennaio 2011 è stata di oltre 19.700 milioni di euro, di cui oltre 4.272 milioni sono andati alle imprese con meno di 20 addetti e oltre 15.400 milioni a quelle con più di 20 addetti.

“In Liguria è stato fatto un enorme passo avanti con la recente sottoscrizione da parte delle associazioni di un confidi unico regionale – spiega Mauro Strata, dirigente Confartigianato e presidente Confart Liguria – che può diventare uno strumento indispensabile per l’accesso al credito delle imprese. Il buon risultato della nostra regione testimonia l’affidabilità e il ruolo che i consorzi fidi dell’artigianato stanno svolgendo a favore delle microimprese liguri”.

“Con il calo dei consumi dovuto alla crisi economica – aggiunge Vincenzo Ciliberti, vicepresidente Confartigianato Genova e presidente Coarge – il settore artigiano anche in Liguria è in sofferenza. Per facilitare l’accesso al credito delle micro e piccole imprese i nostri confidi liguri rappresentano un insostituibile polmone finanziario, agevolando sia il credito di esercizio sia quello d’investimento”.

Analizzando l’intensità di finanziamento per addetto risulta che in Liguria la media è di circa 40 mila euro all’anno, un po’ meno di 13 mila euro per i dipendenti di imprese fino a 20 addetti e quasi 100 mila euro per quelle di oltre 20 addetti. Tra le quattro province liguri, a Genova in media, nel 2010, sono stati fatti investimenti per oltre 43 mila euro per addetto: nelle imprese con meno di 20 dipendenti di circa 10.500 euro e oltre 93 mila in quelle con oltre 20 addetti. Savona è la provincia dove in Liguria sono stati chiesti finanziamenti maggiori (quasi 20 mila euro per dipendente per le Mpi con meno di 20 addetti e oltre 107 per quelle con più di 20 dipendenti). Segue Imperia: oltre 15 mila euro nelle Mpi per addetto e quasi 104 mila euro nelle aziende con oltre 20 addetti. La Spezia supera di poco il capoluogo negli investimenti delle Mpi (10.900 euro per addetto).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.