IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lavoratori Ciet, sciopero di 8 ore: “Situazione insostenibile”

Otto ore di sciopero dei lavoratori Ciet con il blocco di tutte le attività in Provincia di Savona previsto per il 16 maggio. Una decisione dovuta, come si legge in una nota dei sindacati, al “perdurare delle inadempienze rispetto agli accordi che l’azienda ha sottoscritto presso il Ministero e la Regione Toscana in ordine ai pagamenti delle retribuzioni, agli anticipi della Cigs, il consistente ritardo dei versamenti al fondo Cometa, la mancata rotazione del personale con l’uso di assunzioni o subappalti”.

“La situazione dei lavoratori Ciet è ormai insostenibile, causa i ritardi nei pagamenti da parte della Direzione Aziendale: retribuzioni di marzo e indennità di cassa integrazione relativa al mese di febbraio – si legge in una nota – La Fiom di Savona , come già fatto nell’incontro del 4 aprile scorso presso la sede della Regione Liguria, richiede con forza alle istituzioni locali (Regione Liguria, Provincia di Savona e Comuni) un sollecito intervento con il Ministero di competenza per l’apertura di una discussione sull’intero settore, con le Direzioni di Ciet e Telecom al fine di garantire le retribuzioni, le indennità di cassa integrazione e soprattutto concordare con Telecom una ‘clausola sociale’ all’interno delle gare di appalto nei vari territori, considerato che entro fine anno il territorio savonese, come altri territori, sarà messo a gara”.

Nei cantieri di Vado Ligure e Albenga sono occupati circa 40 lavoratori , una parte di questi (circa 10) sono ormai sospesi in cassa integrazione da diversi mesi e non percepiscono l’indennità da parte dell’azienda (circa 750 euro mensili ) da ormai 2 mesi. Non va meglio al resto dei lavoratori che ad oggi attendono le retribuzioni del mese di marzo. “Tutto ciò sta causando problemi di natura economica devastanti per tutti i lavoratori e le proprie famiglie che per scelte aziendali si trovano in questa drammatica situazione”, concludono i rappresentanti dei lavoratori.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.