IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Incidente sulla statale 28: morto centauro, grave cairese 32enne

Cairo M. Un motociclista è morto, uno è in prognosi riservata, mentre la donna che viaggiava con quest’ultimo se l’è cavata con 30 giorni di prognosi, ieri, in un tragico scontro frontale avvenuto, poco prima delle 19, sulla statale 28 del Col di Nava, al chilometro 105,600, nei pressi di Acquetico, nel territorio comunale di Pieve di Teco, nell’entroterra di Imperia.

La vittima è Dario Centorame, 55 anni, di Arma di Taggia (Imperia). Quest’ultimo è deceduto, alle 22.30, all’ospedale di Imperia; mentre il secondo centauro, residente a Cairo Montenotte, è stato trasferito dalla Croce d’Oro, dal centro sanitario di Imperia al Santa Corona di Pietra Ligure.

Il tragico schianto è avvenuto su un rettilineo, in fase di sorpasso, dove la vittima, che viaggiava su una Ducati (1.200 di cilindrata), verso la costa, stava superando un’auto ed ha invaso l’opposta corsia di marcia. Proprio in quell’istante, è sopraggiunta la Bmw (anche questa 1.200 di cilindrata), condotta da Paolo Ramognino, 32 anni, di Cairo Montenotte, che si è agganciata all’altra. A causa del violento urto, entrambe le moto si sono incendiate al solo contatto e sono andate carbonizzate. Il passeggero della Bmw, Valentina Balestra, 24 anni di Carcare, ha riportato escoriazioni e fratture, ma le sue condizioni non destano preoccupazione.

Le operazioni di soccorso sono state gestite dalla centrale operativa del 118. I tre pazienti sono stati tutti trasportati all’ospedale di Imperia. Dario è morto, intorno alla mezzanotte; Paolo, invece, è stato trasferito al Santa Corona, mentre la ragazza e’ tuttora ricoverata a Imperia. Accertamenti sono ancora in corso da parte dei carabinieri della stazione di Pieve di Teco per ricostruire la dinamica del tragico incidente che ha comportato la chiusura della statale per circa due ore, per consentire le operazioni di soccorso e di bonifica del manto stradale. Il conducente del Bmw rimane parte lesa, considerato che a provocare l’incidente sarebbe stata la vittima, al culmine di un sorpasso azzardato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinuccia

    Mai guidare con la testa inserita eh?
    Patente, caschi, auto che reggono ai test d’urto e poi basta fare la cosa sbagliata per leggere queste notizie!. Mi dispiace tanto per le famiglie..