IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il Giro d’Italia con mezzi interamente elettrici fa tappa a Millesimo

Millesimo ospiterà lunedì 23 in Piazza Italia nell’antico borgo una tappa del primo Giro d’Italia con mezzi interamente elettrici.

La carovana a zero emissioni di Co2, un’auto e due scooter, promossa dall’Associazione Corrente in Movimento, che dall’8 giugno sta girando il Paese per promuovere le piccole e medie imprese, le pubbliche amministrazioni, le università ed i centri di ricerca che da anni contribuiscono a rendere il paese più sostenibile, arriverà infatti in Liguria e giungerà in Valbormida da Genova e Savona dove in piazza del Brandale, si alterneranno dimostrazioni, test con i mezzi e spettacoli musicali e teatrali ed eventi collegati.

L’amministrazione comunale millesimese guidata dal sindaco Mauro Righello ha patrocinato l’iniziativa in occasione del varo dei progetti che proseguono l’impegno per l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili e per il risparmio energetico. Infatti, è al via il progetto innovativo per il riscaldamento degli edifici pubblici e per illuminazione pubblica che ha un duplice obiettivo: da un lato abbattere in modo consistente le spese che il bilancio comunale deve sopportare per il riscaldamento dei numerosi uffici pubblici e per l’illuminazione pubblica e dall’altro incrementare massicciamente l’utilizzo di impianti ad energia rinnovabile.
Il piano ha già preso avvio con un accordo con la società Iride, che ha già sostituito gli impianti di riscaldamento del palazzo comunale con tecnologia che consente un abbattimento dei costi.

Ora si passa all’intervento già approvato per l’edificio della casa di riposo comunale, dove ogni anno l’amministrazione spende mediamente 61mila euro di riscaldamento locali, e con l’attivazione di pannelli solari e di una nuova fornitura di gas si passa a 48mila euro, con un evidente contimento della spesa. Stesse operazioni sono previste per gli altri locali comunali, come scuola, residenza sociale, impianti sportivi e via via la giunta comunale approverà progetti esecutivi che prevederanno complessivamente un abbattimento dei costi di oltre il venti per cento, tenuto conto che annualmente la spesa per riscaldamento complessiva ammonta a 164mila euro all’anno.

Anche per i locali della scuola è già stato presentato alla Regione Liguria il progetto esecutivo per l’intervento predisposto da I.P.S. – Insediamenti Produttivi Savonesi – S.c.p.A. per il finanziamento per un totale di 148mila euro sul bando indetto dalla regione – asse 2 energia – azione 2.1 “Efficienza energetica e produzione di energia da fonti rinnovabili – enti pubblici” nell’ambito del programma operativo 2007-2013 – obiettivo “Competitivita’ regionale e occupazione”, cofinanziato dal F.E.S.R. – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. L’intervento prevede la copertura del tetto dell’edificio scolastico di pannelli solari per la produzione di energia che alimenterebbe sia la scuola, sia l’erogazione in rete di elettricità prodotta con fonti rinnovabili.

Ma non è l’unica novità prodotta dal piano di risparmio energetico varato dalla giunta, infatti anche i cinquecentosessanta punti luci comunali per l’illuminazione pubblica che comportano all’anno una spesa complessiva pari a 165mila euro, vedranno un piano con la sostituzione delle lampade che abbatteranno i consumi di circa il trenta per cento a parità di capacità di illuminazione. Dopo l’estensione dei nuovi punti luce che hanno trovato attuazione in questi anni nelle frazioni e nel centro cittadino, l’amministrazione comunale si appresta a istallare nuovi punti luce con un’innovativa tecnologia a lampade di nuova generazione, che consentono l’abbattimento del consumo sino al 30 percento. In effetti già le lampade installate con il progetto di nuovo percorso pedonale-ciclabile finanziato dalla Regione, nel controviale cimiteriale sino al parcheggio del cimitero, sono alimentate da un impianto mini eolico istallato nell’area attigua dell’ex depuratore comunale.

L’impianto e la convenzione di cessione di energia elettrica al Comune è stata resa possibile dall’accordo sottoscritto dal comune con un imprenditore privato, che appunto cede una quota dell’energia prodotta dalla piccola pala di 2,5 metri di raggio. Altra novità, sempre in tema di illuminazione pubblica, è rappresentata dal proseguimento dell’istallazione nelle frazioni di nuovi punti luce alimentati da piccoli pannelli fotovoltaici che saranno autosufficienti e quindi non necessiteranno di alimentazione elettrica evitando quindi evidenti esborsi finanziari, sia all’atto dell’installazione, sia per i consumi, come già effettuato in località Colla.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.