IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Finale Ligure, il sindaco Richeri risponde a Piccardi: “No ad integralismi sul nucleare”

Finale Ligure. “Le elucubrazioni del consigliere Piccardi in merito allo svolgimento del consiglio comunale di approvazione del Bilancio Consuntivo sono del tutto sganciate dalla realtà”. Così il sindaco finalese Flaminio Richeri risponde alla disamina dell’esponente del Pcl sull’ultima riunione del parlamentino.

“Forse questo dipende dal fatto che Piccardi era assente dal consiglio comunale, ma certo l’assenza giustificata di alcuni consiglieri di maggioranza non può essere passata come ‘dissenso'” rispetto all’approvazione di un bilancio consuntivo che fotografa il buono stato di salute della macchina organizzativa comunale e delle finanze del nostro ente – afferma Richeri – Per quanto riguarda l’odg sul nucleare, il fatto che la maggioranza abbia rifiutato di approvare un documento che metteva la primo posto la ipocrita definizione di Finale Ligure quale ‘Città Denuclearizzata’, non può essere fatto passare come sostegno alle iniziative pro-nucleare”.

“Quello che con estremo pragmatismo e trasparenza sosteniamo e che, mettendo al bando radicalismi ed integralismi, pensiamo sia corretto concedere agli altri il beneficio del dubbio in merito ad una materia tanto complessa e complicata come quella riguardante l’energia atomica e le fonti energetiche più in generale – aggiunge il primo cittadino – Abbiamo detto, ma forse il consigliere Simonetti non l’ha sentito, che siamo contrari all’energia nucleare come l’energia del futuro, credendo di più in uno sviluppo delle energie da fonti rinnovabili, ma che il tarpasso dalla energie fossili a quelle da fonti rinnovabili forse potrà avere bisogno anche dell’energia nucleare, fatti salve tutte le garanzie di sicurezza necessarie”.

“In questo senso abbiamo espresso sostegno alla iniziativa di tanti governi europei, tra i quali anche il nostro, riguardante una moratoria in merito ai progetti di sviluppo nucleare al fine di permettere ai tecnici un maggiore approfondimento in tema di sicurezza delle centrali, e comunque lasciando aperta la porta anche all’ipotesi della rinuncia completa allo sfruttamento di tale fonte energetica” conclude Richeri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    il”… beneficio del dubbio in merito ad una materia tanto complessa e complicata come quella riguardante l’energia atomica..”:
    HA RAGIONE SIG. RICHERI!… è meglio che in tale complessa materia siano messi al bando pressapochismi o dilettandismi e se ne occupino gli scienziati ma è anche meglio che A POLITICI E SCIENZIATI NON VENGANO DELEGATE INDISCRIMINATE POSSIBILITA’ DI POTER DIRE L’ULTIMA PAROLA E DECIDERE SULLA TESTA DEI CITTADINI. Per questo, deciderà il POPOLO SOVRANO (sino a quando non riuscirete a cambiare l’art. 1 della COstituzione) con il REFERENDUM.
    Una domanda gli integralismi e i radicalsmi a cui lei allude e che vorrebbe mettere al bando coincidono con l’oggetto del REFERENDUM che mi pare di intendere non le piace?
    Cioè: Lei crede che la sovranità POPOLARE possa essere definibile come INTEGRALISMO E RADICALISMO? Se si,….mi chiedo quale sia il suo concetto di democrazia…:-)
    E ancora: potrebbe essere definito POST-ILLUMINISMO (a cui aggiungo volentoieri pure l’accettivo CIECO) il prurito nucleare di alcuni ministri atomici… (a quanto pare, peraltro per nulla addetti ai lavori)? Oppure: potrebbe essere definibile RADICALISMO CAPITALISTA la cinica logica secondo la quale dobbiamo SUBIRE quale effetto collaterale del progresso la minaccia atomica? Lei sarebbe disposto a passare mezza giornata nell’area OFF LIMIT di Cerbobyl senza alcuna protezione o sarebbe disposto a mangiarsi una bella padallata di funghi trifoilati provenienti da quell’area?…

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Richeri: per le scorie è daccordo a mettere a disposizione il suo giardino?
    Grazie al Cielo a giugno porteremo una marea di gente a votare il referendum, che in tutti i modi una congrega di scriteriati pagliacci stà cercando di boicottare, applicando metodi degni della migliore tradizione sudamericana. Metteremo la parla FINE a questa triste storia, con buona pace di quelli che sino ad oggi si sono arrogati il diritto di poter decidere sulla testa dei cittadini.
    Credo che sia megli che a Finale ci si occupi dei problemi di FInale…(che ce n’è già abbastanza:-)