IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Estate, cominciano i sequestri di merce contraffatta

Alassio. La stagione balneare è oramai avviata e come ogni anno scattano anche i sequestri merce contraffatta. Ieri è toccato ai poliziotti del distaccamento nautico di Alassio sequestrare borse e altro materiale delle più importanti marche palesemente contraffatti.

Gli agenti, nel corso di un servizio di un servizio di vigilanza sulla spiaggia contro il fenomeno dell’abusivismo commerciale, hanno trovato il materiale abbandonato sulla battigia. Con ogni probabilità il venditore abusivo informato dei controlli da qualche “collega” ha abbandonato la mercanzia ed è scappato preferendo perdere il proprio carico piuttosto che venire fermato dagli agenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. folgore
    Scritto da folgore

    @hi-tech
    “delirio”,”caso umano” e poi te saresti quello educato che si dipinge come un santo(l’ultimo che si autocelebrava era piccolo e pelato), in confronto a te Borghezio è maestro di bon-ton! I dati sull’evasione li ho letti tranquillo e dicono lo stesso che dici te dividono il mondo in autonomi, dipendenti e pensionati, mescolando Berlusca al verduraio dietro l’angolo, infatti Tanzi evade come il droghiere è risaputo, così come è risaputo che tutti i commercianti sono uguali ai medici agli avvocati agli industriali no?! E poi l’enneisma uscita sul referendum io starò delirando ma te sei partito da un pezzo…dicci quando arrivi!

  2. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Folgore@ hai visto i dati dell’evasione in Italia pubblicati ieri?.. Hai visto i setto indicati come maggiormente dediti al “nero”?
    Prima di dar lezioni di economia al prossimo almeno vatti a leggere i dati e poi , visto che sei anche economista, commentali pure. Non si sa mai che Ukmar o (meglio) lo studio Tremonti leggano anche IVG e ti chiamino per un colloquio! …Intanto, visto il certo esito del referendum, molti settori dell’industria degli amici-degli-amici che oggi erano pronti per realizzare 30 miliardi di commesse NUCLEARI… probabilmente dovranno cercare altri settori.

  3. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Ormai il tuo è un delirio…Ah AHAHAAHAHA!!!!!!!!!! Sei diventato un caso umano….

  4. folgore
    Scritto da folgore

    @hi-tech
    visto che non è cervellotico ci puoi arrivare pure tu, mescolare autonomi con imprese e professionisti è come dire che Davide e Golia erano alti uguali!Basta 1 Tanzi per evadere tanto quanto 1.000.000 di esercizi commerciali, se metti sullo stesso piano unn negozietto di dolci con un professionista (medico, architetto ecc) con un’impresa (mediaset, pirelli, impregilo ecc) allora è bene che ti ripassi i concetti base dell’economia!
    Qui si sta parlando di chi commercia abusivamente eludendo tasse di importazione, roialty, sicurezza del prodotto, tasse sul marchio ecc ecc, perchè se uno ha un negozio e vende il cocco arrivano subito i nas e a spiaggia può venderlo uno senza le minime norme igieniche?Perchè io devo dimostrare la tracciabilità del prodotto e chi commercia sui viali vende roba scadente e potenzialmente tossica?

  5. Scritto da surfista

    Ame non interessa se uno è bianco nero vende roba contraffatta oppure il cocco. La legge parla chiaro. Oppure cambiamo la legge che facciamo più bella figura.
    Quando vedo ………. che lasciano correre…. il giorno che mi verranno a romper i co.ni li denuncio tutti per buso d’atti d’ufficio.
    Punto e basta.
    Ovvio che basterebbe non comprare!!!!!!!!!!!
    Ovvio che la colpa è dell’italiano che compra!
    Ma io abito qui, sono italiano e mi girano i co…ni se vengono a vedere se il panettiere ha fatto unop scontrino da un euro, quando in spiaggia c’è un commercio incredibilmente abusivo! Forse quelli che non si lamentano, in questa discussione, sono i lavoratori dipendenti.
    Ultima cosa: i delinquenti sono delinquenti ma ognuno si tenga i suoi.
    Infine , non facendo controlli perchè, poverini sono morti di fame non facciamo altro che alimentare il sistema e se uno va in spiaggia si rende conto che ogni anno il numero dei venditori abusivi aumenta.
    Non ci vuole un genio, basterebbe andare alla stazione e fermarli tutti, senza inseguimenti da far west.
    ma siamo in italia, un paese di FINTI, il paese che ha più leggi in europa e quello che ne fa rispettare di meno nel MONDO. vedi i nostri politici. Che schifo