IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, Ripamonti (Lega) attacca il Pd: “Allo sbando, da Alassio a Savona”

Savona. E’ un Pd allo sbando quello descritto dal segretario provinciale della Lega Nord, Paolo Ripamonti, che, facendo riferimento alla decisione del partito di centrosinistra di costituirsi parte civile nell’ambito del processo per il caso delle firme false alle provinciali 2009, invita i propri avversari a guardare avanti piuttosto che “rimuginare” su competizioni ormai perse.

“Piuttosto che guardare indietro, e concentrarsi su campagne elettorali da loro condotte e clamorosamente perse, il Segretario Provinciale del Partito Democratico farebbe meglio a preoccuparsi di quelle attuali – ribadisce Ripamonti – Sarebbe infatti curioso conoscere cosa ne pensa, il compagno Di Tullio, del fatto che il suo partito, il secondo per numeri su scala nazionale, sia giunto al punto di essere incapace di presentare liste con il proprio simbolo in importanti città della provincia di Savona. Che fine ha fatto il Partito Democratico, che ruggisce solo a parole, ma nei fatti è costretto a nascondersi e camuffarsi in liste civiche senza arte né parte, forse alla ricerca di una verginità ormai da troppo tempo perduta?”.

“È singolare, a tal proposito, quanto sta accadendo ad Alassio, una delle città più importanti della provincia, dove il PD è persino giunto a sostenere, con ben tre candidati, la lista civica né carne né pesce di un ex avversario storico, lasciando però tutto sotto silenzio – continua il segretario leghista – Mentre a Savona e a Loano si allea con chiunque pur di provare a ottenere qualche risultato, ad Alassio il Partito Democratico ha deciso addirittura di tradire i propri ideali e i propri elettori, quasi nascondendo il proprio simbolo, sottomettendosi totalmente alle smanie di un ex militante leghista, forse sperando vanamente che ciò possa portare qualche poltrona. Forse il centrosinistra si vergogna, ad appoggiare colui che in passato era un
nome di spicco del centrodestra e un rappresentante nazionale della Lega Nord e nemico numero uno (ma sulla sicurezza, sul sociale ad esempio hanno la stessa opinione?) indirettamente ammettendo di essere ormai una specie in via di estinzione. Se il segretario prova un pochino di orgoglio nei riguardi della propria storia e della sua appartenenza politica, trovi il giusto coraggio per fare un po’ di chiarezza, io a differenza sua sono orgoglioso dei miei candidati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. IronMan
    Scritto da IronMan

    Mi dispiace per te @girolamo, ma la gente la pensa esattamente come riporta Ripamonti: NON crede più nessuno alla “mussa” della lista civica, e NON perdonano i voltagabbana. Il tuo compito deve essere quello di sparlare a vanvera, vatti a fare un giro al mercato di Alassio (come faccio io ed altri) e senti un pò i commenti che si fanno su Avogadro e la sua “Armata brancapoltrone”. Noi alassini abbiamo la memoria lunga, ci ricordiamo che – grazie a noi militanti e simpatizzanti – Avogadro si è seduto sui banchi del Senato a Palazzo Madama a Roma. Ed adesso invece imbarca (parte) del PD (che schifo!) perchè la parabola del “figliol prodigo” noi la lasciamo ai Vangeli, noi non apriamo le braccia al cavallo bolso di ritorno !! Del resto Avogrado può solo tentare di fare il bastian contrario (altro che uno con le palle..): finite le elezioni se ne ritornerà mogio mogio in Toscana !!

  2. Scritto da Girolamo

    E’ incredibile come i ragionamenti di Ripamonti siano distanti da quelli della gente comune. Lui non concepisce che un gruppo di cittadini si metta insieme sulla base di un programma per amministrare Alassio ed allora comincia costruirsi un castello di idee, tirando in ballo partiti, tradimenti e sedicenti camuffamenti. Caro Ripamonti, se a te piace fare il miltante soldatino di partito come ai tempi del PCI, sei libero di farlo. Ma sappi che la gente è stufa marcia dei partiti, Lega Nord compresa, e che questa volta ad Alassio la Lista Civica Avogadro è in vantaggio su PDL-Lega Nord. AVOGADRO, l’unico leghista con le palle che avevate, ora vi spara contro un giorno sì ed uno no, e sai benissimo che la base leghista voterà lui e non VILLANI, EX UDC E LEGHISTA DELL’ULTIMA ORA.