IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, parla Burlando: “Non è più impossibile vincere a ponente”

Genova. Il governatore della Liguria, Claudio Burlando, ha commentato a caldo i risultati delle elezioni amministrative: “Il segnale è inequivocabile, il PdL a Savona e nel ponente è stanco e senza leader: per noi vuol dire che possiamo vincere anche in quella zona di Liguria”.

Il presidente della Regione parte subito dalla vittoria più sorprendente, quella nella città del muretto: “Pensare che abbiamo trionfato ad Alassio dove l’anno scorso era finita 68 a 32 per il centrodestra è qualcosa di sorprendente – spiega Burlando -. Lo è ancora di più se pensiamo che la sinistra si presentava spaccata in due.”

“Non mi voglio prendere dei meriti – aggiunge Burlando – ma da quando sono stato rieletto ho lavorato con tutte le amministrazioni e sopratutto ho visitato oltre 120 comuni della Liguria per cercare di capire meglio le problematiche e trovare le soluzioni più velocemente.”

“Anche a Loano avremmo potuto vincere, ma già il fatto che abbiamo praticamente azzerato la distanza dal PdL e che abbiamo raggiunto quota 50% è un segnale fortissimo. Noi ci siamo” continua Burlando che conclude: “Anche a livello nazionale il segnale è che gli elettori sono stufi di Berlusconi, adesso toccherà al centrosinistra e ai suoi leader non sprecare l’occasione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. gabbiano
    Scritto da gabbiano

    Penso che se ad Alassio si fosse presentato Burlando, Villani avrebbe vinto alla grande. Si avvalgono di persone che non appartengono al loro partito per riuscire a vincere e poi cantano vittoria. Come mai non hanno presentato una loro lista con un loro candidato sindaco?
    Almeno Burlando avesse l’intelligenza di stare zitto!

  2. folgore
    Scritto da folgore

    Ah beh perchè quelli di sinistra sono un esempio in fatto di lavoro!
    Ora siam tutti più felici i comuni passano alla sinistra e le tasse spariranno, i servizi saranno stellari, pagheremo tutto pochissimo e guadagneremo un sacco di soldi!
    Hi tech chiedi un pò quando tutti sti fenomeni del lavoro prevedono di riportare la pace nel mondo!
    Speriamo solo che l’esempio per come lavorare non ce lo dia Burlando altrimenti farem la fortuna di chi vende divani e materassi!

  3. Scritto da otrebla

    Ammiro il tuo ottimismo hi-tech e vorrei anche condividerlo ma non mi riesce perchè conosco bene la politica e conoscendola ho imparato che da destra a sinistra sono tutti uguali perchè pagano sempre con il borsello dei cittadini e mai con il loro portafoglio.

  4. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    NO..NON E’ PIU’ IMPOSSIBILE: UN COMUNE PER VOLTA LI MANDIAMO TUTTI DI NUOVO A LAVORARE.

  5. folgore
    Scritto da folgore

    Ahahahahah eppure dovrebbe essere un ingegnere e capirci di numeri, ad Alassio ha vinto con circa il 3% di scarto ovvero 100 voti, che rapportato alla popolazione di oltre 10.000 anime….., a Loano hanno azzerato la distanza facendo un’ammucchiata con UDC e FLI alle scorse elezioni dall’altra parte, ok che FLI è più a sinistra del PD ma avvisate Burlando!
    “Non mi voglio prendere dei meriti” anche perchè nessuno gliene darebbe, l’unico merito che ha è fare poco almeno combina meno disastri!
    “ho lavorato con tutte le amministrazioni e sopratutto ho visitato oltre 120 comuni della Liguria per cercare di capire meglio le problematiche e trovare le soluzioni più velocemente.” a parte che bisognerebbe spiegargli il significato del termine LAVORARE che non è essere scarrozzato per 120 comuni a spese nostre promettendo cose che manco sa come realizzare e mangiando a scrocco!
    Noi aspettiamo ancora il raddoppio ferroviario, il terzo valico, il decongestionamento della a10/Autofiori, il potenziamento dell’offerta di Trenitalia, lo spostamento a mare di Fincantieri, un’incentivo alla produzione industriale e al traffico portuale(anche perchè coem ha già detto lui questo è il secondo mandato!!!)……questo è lavorare il resto sono chiacchiere e in questo lui è maestro!