IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni, Burlando: “Centrodestra dominato dalla Lega: Pdl indebolito dall’assenza di Scajola”

Liguria. Città importanti del Ponente ligure, e non solo, in cui il centrodestra è rappresentato da un candidato della Lega Nord che corre per la poltrona di sindaco, mentre il Pdl mantiene un ruolo più “defilato”. Succede ad Alassio come a Spotorno, o a Diano Marina dove Pdl e il partito del Carroccio presentano addirittura due candidati distinti che si daranno battaglia. Una situazione che il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, mette in relazione anche ad un’assenza importante in particolare per il partito che fa capo a Silvio Berlusconi, ossia quella dell’ex ministro Claudio Scajola.

“L’assenza al governo di Scajola ha certamente indebolito il partito che, a livello ligure, ha sempre fatto riferimento a lui – dice il presidente della Regione – Questo ha favorito anche una crescita della Lega Nord che, qui da noi, sta aumentando i consensi ma non ha certamente sfondato come in altri territori, come Piemonte o Veneto. Questo perché abbiamo una storia socio economica diversa e la sinistra qui è importante. Queste amministrative saranno un test importante per capire gli umori della gente. Certamente si registra una conflittualità all’interno del centrodestra e Diano Marina, con due candidati distinti per Pdl e Lega, è uno dei tanti esempi. Penso che sarà una tornata elettorale dominata dall’incertezza, la stessa che si registra a livello nazionale”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Sintetico e invidiabile commento quello di Margherita.
    Oggi è così: i miti sono alla rovescia e tutti li inseguono a prescindere da qualsiasi cosa.
    La prova che tutto giri in senso antiorario è nel fatto che i peones non ammetterebbero mai nula , nemmeno davanti a prove schiaccianti. E’ un fenomeno di ipnosi collettiva, un delirio.
    Non posso che sottoscrivere…:-)

  2. margherita
    Scritto da margherita

    Se il mondo girasse nel senso giusto, dovrebbe essere la presenza (e non l’assenza) di Scajola ad indebolire uno schieramento..

  3. Scritto da protesta

    Tanta Lega…tanto meglio!

  4. hi-tech
    Scritto da hi-tech

    Politici non ci si improvvisa. Governanti nemmeno e i Sindaci sono governanti a cui è richiesta una preparazione non comune. Per via delle molteplici competenze a cui deve far fronte un comune. Di solito il sindaco si circonda di comonenti di lista adeguati all’incarico che dovranno assolvere e in alcuni casi si ritrova anche solo, senza poter contare sull’aiuto dei vari assessori.
    Venendo all’articolo, non si puo’ negare che i le amministrazioni comunali in passato o attualmente condotte da esponenti della lega si siano rivelate un flop totale.
    Non è necessario stilar eun elenco perchè gli esempi sono sotto gli occhi di tutti.
    Il segnale che Il PdL è alla deriva è effettivamente cio’ che Burlando intende dire, che va ben oltre una semlice dichiarazione stampa di tipo elettorale.
    Effettivamente, oltre a non avere piu’ prerogative di veto sui nominativi dei candidati sindaci sono addirittura costretti ad appoggiarsi a “suggerimenti” coatti dei neo secessionisti. La tragedia per i cittadini è che questi “autorevoli” personaggi che sortiscono dal cilindro verde sono come direbbero a Roma delle effettive “SOLE”. Nel senso che, in condizioni politiche normali, a certi personaggi , non si affiderebbe l’amministrazione neppure di un condominio…altro che di un Comune!!!
    La deduzione pare essere obbligata: a furia di imbarcare di tutto, dilettanti , affaristi, lobbysti, aziendalisti, falliti della politica riciclati, esaltati secessionisti, scillipotici e “responsabili”, etc etc , a DESTRA, a fronte di una accozzaglia di berluscones che assolvono a fuinzioni di sherpa, ….si ritrovano in una tragica penuria di politici veri, degni di tale appellativo.
    Morale: sono alla frutta:-)