IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Elezioni Alassio, Melgrati: “Se ne sentono di tutti i colori, sembra che Alassio sia diventata Sodoma e Gomorra”

Alassio. “Ultimamente ne sento di tutti i colori, sembra che Alassio sia diventata Sodoma e Gomorra”. Usa un’espressione colorita Marco Melgrati, che difende l’operato della sua giunta, retta nel fine mandato da Giovanni Aicardi. “Sembra che non sia la città dove i valori immobiliari sono altissimi grazie alla qualità della vita, grazie all’immagine complessiva e grazie anche all’opera amministrativa che ho svolto come sindaco”.

Per quanto riguarda il futuro politico – sottolinea Melgrati – “l’obiettivo politico immediato è quello di vincere le elezioni con il candidato sindaco del Pdl e della Lega, Luca Villani, giovane e preparato, già assessore provinciale oltre che consigliere comunale, quindi per quello che mi riguarda riuscire ad entare in consiglio per continuare l’attività a servizio della mia città. Il ruolo che attualmente occupo come consigliere regionale è prestigioso. Ho fatto una campagna elettorale dura ed essere arrivato primo in provincia di Savona è stato un grande risultato. Una grossa mano me l’ha data la mia città: 1850 persone che hanno scritto il mio nome solo un anno fa sulla scheda elettorale sono tantissime”.

“In consiglio regionale ho appena fatto battaglie determinanti, come sulla brutta legge sul Piano Casa – aggiunge Melgrati – Sto lavorando ad un progetto di legge sui decibel che avrà effetto sulla cosiddetta movida e al popolo della notte, perché attualmente. Per il futuro si vedrà: come sempre sono a disposizione del partito. Se verrò chiamato a incarichi più grandi, sarò disponibile e così lo sarò se mi sarà chiesto di rientrare nei ranghi. Ci vuole umiltà in politica, soprattutto al servizio di un partito che tanto riesce a dare”.

Un attacco frontale Melgrati lo riserva, ormai come d’abitudine, a Roberto Avogadro: “Ieri sera, al confronto tra i candidati sindaci organizzato da Alassio Donna, grave bugia di Avogadro sulle dismissioni alberghiere”. Lo dice Marco Melgrati e le scintille tra i due ex sindaci continuano. “Ad una domanda precisa sulla sua responsabilità sulle dismissioni alberghiere e il cambio di destinazione d’uso in appartamenti, in particolare su una struttura di pregio quale l’Hotel Londra, Avogadro ha mentito, dichiarando che la dismissione dell’hotel era stata ottenuta prima della sua amministrazione. Niente di più falso. Infatti la concessione edilizia dell’Hotel Londra era stata rilasciata in data 20 marzo del 1997, durante addirittura il secondo mandato di Avogadro” osserva Melgrati.

Il consigliere regionale ed ex primo cittadino parla anche del Grand Hotel. “Qualcuno avrebbe preferito che rimanesse chiuso per altri 42 anni, come è stato, diventando la vergogna di Alassio – commenta – Noi siamo orgogliosi di questa struttura, e la difenderemo ‘alla morte’, al di la della faziosità di posizioni politiche di natura pre-elettorali, e se ci sono dei piccoli problemi di gestione lasciamo alla società il tempo di fare degli aggiustamenti e un poco di rodaggio, in attesa della stagione estiva… ma il Grand Hotel, il Centro Talassoterapico, la piazza e il parcheggio sono sotto gli occhi di tutti, sono il vanto di questa città, sono una nuova opportunità turistica, e i cittadini di Alassio sapranno valutare i disfattisti supporter della lista Galtieri, il neocomunista Avogadro, appoggiato fortemente dal Pd, gli invidiosi e quelli che sanno di perdere le elezioni e dicono cose senza senso” conclude Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Fabio Lucchini

    Caro Marco Melgrati,

    orgoglioso di che ? di un contenzioso che appare superi il 50 miliardi di vecchie lire oggi oltre 25 milioni di euro ? Questo è quanto chiede la società che ha realizzato la ristrutturazione del Grand Hotel, la realizzazione del Centro Talassoterapico e del parcheggio di Piazza Partigiani, per maggiori opere realizzate con l’assenso tuo e della tua Giunta.

    Sono curioso di vedere come la città pagherà tali inavvicinabili cifre con le casse vuote che si ritrova il Comune ultimamente.

    In piedi c’è un arbitrato che a sentire le dichiarazioni dell’ingegner Garassino, capogruppo dell’Opposizione Consigliare, durante un Consiglio Comunale di alcuni mesi addietro, non è neppure parametrato.

    Forse, caro Marco Melgrati, era meglio tenersi fuori dalle beghe della ristrutturazione e lasciare che il tutto fosse gestito unicamente dalla Società che si era presa carico dell’operazione, anzichè inserirsi a ripetizione, anche con pesanti critiche nei confronti della Magistratura, che ti sono costate un bella donazione all’Ospedale Gaslini di Genova, l’unica cosa veramente positiva, perchè aiuta un Ente che tutela i più deboli, i bambini.

    L’arroganza è una delle peggiori caratteristiche dell’essere umano.

    Aggiungo che la bassissima stima delle capacità intellettuali e di discernimento che l’Amministrazione dimostra per i cittadini di Alassio si riassume nel ridipingere di bianco la segnaletica orizzontale della città a 10 giorni dalle votazioni e per di più operazione fatta di giorno perchè sia più visibile, con l’effetto di creare intralcio al traffico ed un sostanziale danneggiamento del lavoro stesso per via del traffico ed i ristretti tempi di essicazione della vernice.
    Sono proprio curioso di vedere dove arriverà l’opera di ripitturazione della segnaletica orizzontale, dove si fermerà!

    Questo concetto che il popolo sia bue, stupido, negletto e si lasci influenzare da questo tipo di attività promozionali, è esplicativo della considerazione che questa Amministrazione ha dei cittadini da essa, speriamo ancora per poco, amministrati.

    Fabio Lucchini
    ” A come Alassio” Lista Avogadro

  2. Scritto da 3106907

    Grande Marco!!! Sempre il numero uno!!!

  3. Scritto da Alex

    Mamma mia quante costronerie da una parte all’altra.
    In effetti tutti abbiamo votato il nostro Ex Sindaco perchè andasse in Regione, ma nessuno si è mai chiesto perchè ha preso tanti voti basta che se ne and….??
    Beh apparte ciò anche la Lista di avogadro ha i suoi scheletri nell’armadio ma ormai più danni di quelli fatti in questi ultimi 10 anni nessuno può farli.
    Io parlo di decine di Hotel che hanno chiuso (e non per mancanza di Clientela) ma solo perchè rebdeva di più trasformargli.
    Parlo di Discoteche chiuse perchè qualcuno deve fare la nanna alle 23 di sera.
    Parlo di bar che non possono far musica se non con un ipod.
    Parlo con le spiagge che costano sempre di più.
    Parlo ocn la viabilità che è un disastro ( che aspettiamo a fare un bel silos tipo Francia all’ex mattatoio) ed usare i soldi incassati per rimettere a nuova la stupenda Fenarina?
    Ma cavolo, ve lo fate un giro per Alassio ogni tanto??
    Ultima il grand Hotel: per parcheggiare sembre di andare in barriera a Milano al rientro Pasquale, un casino. Chissà come seo felici l’Hotel Enrico, il Concordia o il Ristorante Jack Scampi, tra un po’ doteranno i loro Clienti oltre che del bavaglio per le cozze anche della mascherina per i fumi.
    Il Grand Hotel ?? Beh si vede che non lo ha fatto un Albergatore….ma il progettista chi era?? Lo avete visto dentro? Fate una bella cosa, tutta la giunta es ESPERTI del settore: fatevi un bel giro a vedere i 4 stelle (5 stelle mi sembra eccessivo) di Abano Terme e imparate tutti!!!
    Ma chi lo stà gestendo ora il Grand Hotel? Trovar qualcuno che porti della gente?? Ma questi non son cavoli miei. Son cavoli miei invece i prezzi del centro termale….magari qualche sceicco un bagnetto se lo può fare, io da povero dipendente ci passo al massimo davanti……però con stì prezzi una lavata ai vetri la diamo??
    Detto ciò mi scuso con tutti dello sfogo ma stà campagan elettorale è allucinante, tutnti dicono tutto di tutti. Melgrati sembra in guerra con avogadro quando dovrebbe essere Villani a parlare e in ogni cosa non si fa nulla.
    Non pensate alle elezioni pensate a domani, Giovedi, come facciamo noi poveracci, vedrete che riuscirete a capire le cose in ottica diversa e magari far qualcosa per Alassio…..
    P.s. Alassio ha i prezzi alti solo perchè uno ha ancora in mente il ricordo ma prima o poi ci si scorda di tutto.
    Grazie