IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Ceriale, il circolo Pd lancia un appello: “Riconsegnare il paese ai cittadini”

Ceriale. “Creare un’alternativa che dia speranza a tutti i cittadini, finora mal amministrati da un ristretto gruppo di persone che si sono appropriate di un simbolo e della buona fede degli elettori moderati, utilizzandoli non per governare nell’interesse generale, ma con logiche personalistiche”. Questo è l’intento dichiarato dal circolo Pd di Ceriale, per voce del coordinatore Alberto D’Apolito e del segretario provinciale Livio Di Tullio.

“Noi vogliamo liberare Ceriale da questo tappo – spiegano -, vogliamo riconsegnare il paese ai cittadini affinché tornino ad essere orgogliosi della loro città: i cittadini sono disorientati e il malcontento deve trovare un’alternativa di governo credibile affinché non si trasformi in una resa senza speranza o, peggio ancora, in una protesta violenta e fine a sé stessa”.

“Il Partito democratico – affermano D’Apolito e Di Tullio, pur tenendo un atteggiamento fermo e risoluto di condanna politica delle amministrazioni Fazio e Revetria, non ha voluto in alcun modo inasprire lo scontro sulle questioni giudiziarie che riguardano il sindaco e la sua giunta. A noi non interessa lo scontro personale e nemmeno entrare nel merito delle responsabilità penali, lasciando alle indagini delle forze dell’ordine e ai giudici tale compito, al contrario desideriamo parlare con i cittadini per capire di cosa hanno bisogno e costruire insieme a loro un programma, una coalizione e una leadership”.

“Cambiare Ceriale è possibile – sottolineano – se tutti i partiti politici, le associazioni, i movimenti e la società civile abbandonano i personalismi e collaborano in modo aperto e trasparente per costruire un’alternativa, un’alleanza per la città di Ceriale, capace di essere una risposta civica al malgoverno dell’attuale maggioranza”.

“La nostra proposta è aperta a tutti coloro che vogliono provare a cambiare Ceriale in modo pacifico e costruttivo – concludono D’Apolito e Di Tullio -, indipendentemente dall’appartenenza politica e al di fuori di facili populismi, mettendo al centro i problemi delle persone, cercando soluzioni condivise, dando speranza di un futuro migliore per chi vuole vivere questa città, così naturalmente bella, ma oltraggiata dalla malvagità di pochi amministratori che nulla hanno a che spartire con quel mondo moderato che, a torto, vorrebbero rappresentare”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.