IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Castelfiorentino, una Tirreno Power decimata si arrende nel finale: serie in parità

Vado Ligure. Vivere una stagione da grandi protagonisti, vincendo partite su partite, quindi incontrare le difficoltà più grosse proprio nel periodo degli impegni decisivi. Un destino beffardo per la Tirreno Power Riviera che, dopo aver avuto bisogno di gara 3 per piegare Cecina nei quarti di finale, è costretta a disputare la bella anche contro Castelfiorentino.

Motivo delle difficoltà che stanno incontrando i vadesi nel momento culminante della stagione sono gli infortuni. I biancorossi si sono presentati in terra Toscana privi, oltre che di Bernardi che da tempo ha finito l’annata sportiva, anche di Paleari, out dopo la sfida di Cecina, Ganguzza, ancora debilitato dalla varicella, e Bertolini, colpito duro domenica scorsa. Nel finale di gara i vadesi hanno anche dovuto fare a meno di Sacco. Nonostante ciò hanno subito una onorevole sconfitta, al termine di un match in cui ha rischiato anche di vincere con una straordinaria rimonta.

Avvio deciso per il Riviera che in meno di 120 secondi mette a segno ben due triple con Sacco e Sottana, inframmezzate solo da una realizzazione di Puccioni dal pitturato. Sottana si ripete, questa volta dalla media distanza, subito seguito da due canestri di Montagnani e Toppino che portano La Falegnami sul – 2. Bovone lascia il posto all’eroe di gara 1, Luca Scala, che si fa subito vedere. Sacco e Gambolati riescono a costruire il massimo vantaggio vadese con alcuni giochi da tre punti, che valgono il momentaneo + 9 all’ottavo minuto (12 – 21). Sul finire del periodo Ragionieri segna dalla linea della carità e, sul rimbalzo del secondo tiro libero, Varrone si vede fischiare un fallo che manda in lunetta anche Fontani, il quale realizza il definitivo 16 a 21.

Contrariamente al primo quarto, i primi minuti del secondo non sono positivi per la Tirreno Power che subisce un parziale di 10 a 0, chiuso da una iniziativa di Gambolati (26 – 23). Sacco prova a tenere il Riviera in linea di galleggiamento, ma gli arbitri fischiano il terzo fallo consecutivo a Bedini e subito dopo un tecnico a coach Ghizzinardi. Ragionieri sigla tutti i tiri liberi a disposizione della squadra di casa che si porta sul + 5 (30 – 25). Scala accorcia le distanze, prima della sfuriata di Toppino e Montagnani che allungano sul 35 a 27. Cappa con un tiro libero e Bovone da tre punti riportano gli ospiti sul – 4, ma sul finire del periodo Ragionieri e ancora Montagnani fanno il bello e il cattivo tempo, spingendo i gialloblu fino al + 10 all’intervallo lungo.

Al rientro dopo la sosta le prime azioni sono la fotocopia dei primi minuti del match, con due triple messe a segno dalla Tirreno Power ad opera di Sacco e Gambolati, interrotte solo da un’azione di Magini (43 – 37). La squadra di coach Ghizzinardi però perde concentrazione in difesa subendo prima un canestro di Toppino e poi un contropiede di Montagnani a seguito di una palla persa da Sacco. In questo frangente il Riviera viene sanzionato di numerosi falli, tanti da costringere Sottana ad uscire tre minuti prima della fine per aver raggiunto il limite massimo consentito, e da vedere Sacco e Bedini con quattro e Gambolati con tre. Castelfiorentino dilaga e, a quarto scaduto, Sacco si lamenta per un accenno di reazione da parte di Camerini, venendo espulso dal duo in grigio.

Priva anche dei suoi playmakers la Tirreno Power sembra crollare, ma i “piccoli” biancorossi, coadiuvati dai grandi Gambolati e Cappa, resistono e dal – 17 si riportano sul – 7 quando mancano 3 minuti e 46 secondi sul cronometro. Gambolati dalla lunetta porta la sua squadra sul – 5, ma non è finita perché Cappa allo scadere dei 24″ e poi Bedini da tre trovano il pareggio sul 77 pari ad 1’46” dalla fine. Gambolati infila addirittura il pallone del sorpasso per il 77 a 79, ma alla fine la stanchezza prende il sopravvento e Castelfiorentino conquista gara 2 con un canestro di Magini e cinque liberi realizzati.

Resta il fatto che i tifosi vadesi giunti in Toscana hanno assistito ad una vera prova di cuore per i ragazzi allenati da Ghizzinardi che, ancora una volta, hanno dimostrato tutta la loro forza anche nel momento di massima difficoltà. Un aspetto al quale aggrapparsi in vista di domenica, quando a Quiliano andrà in scena una sfida ad alta tensione e molto rischiosa per la squadra che ha vinto la stagione regolare.

Il tabellino:
La Falegnami Castelfiorentino – Tirreno Power Riviera Vado 84 – 79
(Parziali: 16 – 21, 41 – 31, 62 – 50)
La Falegnami Castelfiorentino: Montagnani 18, Magini 8, Zani 8, Puccioni 6, Toppino 13, Fontani 9, Ragionieri 16, Camerini 6, Verdiani, Righi. All. Granchi.
Tirreno Power Riviera Vado: Cappa 12, Gambolati 21, Sacco 18, Sottana 5, Bovone 8, Bedini 9, Scala 6, Bartolozzi, Varrone, Gelmini. All. Ghizzinardi.
Arbitri: Michele Canazza (Solesino) e Luca Maffei (Silea).

Intanto la Royal Castellanza è già in finale: ha battuto l’Abc Utensili Varese per 75 – 70.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.